Arredi Segretario Generale e Presidente Provincia Bat: precisazioni dell'Arch. Bonaventura Pianese Dirigente provinciale

Tutto è stato svolto nella massima trasparenza e correttezza
Redazione 03 Luglio 2010 notizie
Arredi Segretario Generale e Presidente Provincia Bat: precisazioni dell'Arch. Bonaventura Pianese Dirigente provinciale


In riferimento alla segnalazione presentata dai Consiglieri di opposizione Lodispoto, Patruno, De Feo, Salerno, Evangelista, Di Paola, Dicorato e Laurora, avente ad oggetto le presunte irregolarità nella procedura negoziata di affidamento della fornitura di arredo delle stanze del Presidente e del Segretario Generale, il responsabile del procedimento per la Provincia di Barletta – Andria – Trani, Arch. Bonaventura Pianese, ha fornito alcune doverose precisazioni.
Queste sono state riassunte in una nota indirizzata nei giorni scorsi al Prefetto della Bat Carlo Sessa, alla Procura Regionale della Corte dei Conti ed all’Osservatorio dei Contratti Pubblici della Regione.
Anzitutto, con determinazione n.31 del 4 marzo scorso è stata attivata una procedura negoziata plurima di cottimo fiduciario per l’individuazione del fornitore dell’arredo necessario agli uffici del Presidente e del Segretario Generale.
Nella scelta delle ditte da invitare a tale gara, il responsabile del procedimento ha invitato, per evidenti ragioni di continuità amministrativa e trasparenza, le ditte selezionate dalla Provincia di Bari nell’analoga procedura pubblicata e non più completata. Inoltre, la precedente gara indetta dalla Provincia di Bari per un’analoga fornitura risultava mancante di una serie di elementi , che hanno fatto lievitare il prezzo finale nell’importo posto a base della gara esperita dalla Provincia di Barletta - Andria - Trani. Gli elementi aggiuntivi consistono, per la precisione, nella fornitura e posa in opera di controsoffittatura interna realizzata con pannelli ignifughi, nuovi corpi illuminanti ad incasso con sorgente luminosa fluorescente, una serie di accessori precedentemente non previsti quali lampade da tavolo, appendiabito e poggiapiedi, oltre a tendaggi classici con tessuto poliestere ignifugo.
La Provincia di Barletta - Andria - Trani non è pertanto intervenuta nei criteri di scelta delle ditte partecipanti, ritenendo l’idoneità delle stesse già attestata dalla Provincia di Bari nella precedente procedura.
E’ bene ribadire, ancora, che, dovendo arredare non comuni uffici ma le stanze di due delle massime cariche della Provincia, le quali necessitano di arredo idoneo alle esigenze oltreché funzionali ed organizzative anche di rappresentanza istituzionale, si è ricorso a procedure di gara che potessero offrire all’ente garanzie quali il grado di innovazione del design, la coerenza formale dei componenti e la compatibilità con l’esistente contesto architettonico e non al mero ribasso del prezzo di fornitura.
Nel merito invece delle presunte specifiche tecniche “troppo personalizzate”, così come le hanno definite i succitati Consiglieri di opposizione, la lettura del capitolato tecnico e del Foglio delle condizioni evidenzia immediatamente la volontà di non voler operare alcuna personalizzazione o discriminazione né di voler ricorrere ad uno “specifico produttore” (elemento comunque giustificabile alla luce, come detto, della particolare natura della fornitura che riguardava le stanze delle due massime cariche dell’ente). Inoltre, la stessa partecipazione delle ditte invitate ad entrambe le procedure evidenzia la correttezza della gara, avendo i partecipanti espressamente dichiarato, in entrambe le procedure, di aver preso visione del Foglio delle condizioni di fornitura e del capitolato tecnico, di aver formulato l’offerta giudicandola remunerativa e tale da consentire la formulazione dell’offerta, senza rilevare alcun vizio procedurale o pregiudizievole della loro partecipazione.
In conclusione, il Dirigente provinciale responsabile del procedimento, Arch. Bonaventura Pianese, si è detto disponibile per ogni ulteriore chiarimento, comunicando di aver messo ogni documento o verbale relativo alla gara a disposizione di quanti ritenessero necessaria una più completa ed approfondita disamina, nell’ottica della massima trasparenza e correttezza.

Link utili

Articoli recenti

Blog Archive