Ravenna - Andria 3-1

Battuta d'arresto per i biancoazzurri
Redazione 13 Dicembre 2009 calcio 1211


Nell’ ultimo incontro di questo girone d’andata, Andria e Ravenna danno vita ad una partita vibrante, che però alla fine vede prevalere i padroni di casa con un risultato che punisce eccessivamente quella che è stata una prestazione più che positiva della compagine azzurra contro una delle squadre maggiormente accreditate di questo campionato. Gli azzurri giocheranno buona parte del secondo tempo con un uomo in meno ma per nulla scoraggiati risponderanno colpo su colpo alle giocate ravennate. Il 3 a 1 finale è un risultato, come dicevamo prima, troppo punitivo ma il campo ha così decretato e dunque i ragazzi di Papagni arrivano al giro di boa del campionato con 17 punti che gli inchiodano ancora nel piazzamento play-out della prima divisione ma con una classifica corta e delle prestazioni come quelle offerte nelle ultime giornate, beh c’è davvero tanto di cui farsi morale.

Ancora a corto di attaccanti (il solo Mastrolilli va in panchina) mister Papagni getta nella mischia Giorgetti affiancandolo ad Anaclerio in avanti, con il resto della formazione identica a quella di sette giorni fa. Le due squadre si studiano nei primi minuti di gioco. Un Ravenna ordinato risponde ad un Andria temeraria e propositiva. Di fatto gli azzurri tengono a bada per tutta la prima frazione gli emiliani guidati da mister Esposito e con un tentativo di Sibilano sugli sviluppi di un corner e un’acrobazia in area di rigore di Giorgetti per poco non confezionano il sorprendente vantaggio. Il Ravenna mette fuori gli artigli nella seconda parte della prima frazione e Scappini con una conclusione da fuori mette ansia al centinaio di sostenitori azzurri giunti in terra emiliana, ma Mennella è vigile. L’occasione più ghiotta di tutto il primo tempo capita al 35’ quando prima Sciaccaluga e poi Riberto trovano un Mennella super ad opporsi. Gli ultimi 10 minuti di gioco vedono il Ravenna spingere ma l’Andria gestisce e porta negli spogliatoi il parziale di parità

La ripresa invece è di tutt’altro tenore. Sembra quasi che le due squadre abbiamo subito una trasformazione negli spogliatoi perché per tutto il secondo tempo giocano e creano una marea di occasioni da gol, regalando emozioni, come si direbbe, a catena. Si comincia con il vantaggio emiliano: al 10’ Scappini sugli sviluppi di un corner infila con una capocciata Mennella. Andria che non accusa il colpo ma che prova a reagire con un’ occasione di Anaclerio che da fuori impegna Anania, poi sulla ribattuta Rizzi centra l’estremo di casa con Iennaco libero in mezzo all’area che si dispera. Poco dopo il solito Mennella con un intervento strepitoso su Scappini nega il raddoppio e comincia a guadagnarsi l’appellativo di protagonista della domenica. Margarita e Ottobre le mosse di Papagni ma a cambiare volto alla gara è l’espulsione di Pierotti che si becca il secondo giallo lasciando in 10 i suoi quando siamo appena al 22°. Ottava espulsione per l’Andria in questo campionato ma che non demoralizza gli azzurri che esattamente 10 giri di lancette dopo confezionano il pareggio: su uno dei tanti angoli conquistati (10 contro 8) Mastrolilli entrato da un minuto trova la deviazione vincente che vale il pari. Nell’azione Pomante si infortuna lasciando per qualche minuto in 9 i compagni in attesa delle cure mediche; minuti che però sono sufficienti al Ravenna per raddoppiare: contropiede micidiale con Toledo che trova Mennella a respingergli il tiro ma Piovaccari è lesto a riprendere e a mettere in rete. L’Andria prova a rialzarsi con l’asse Anaclerio-Doumbià ma la palla dell’ivoriano finisce sull’esterno della rete; poi la stanchezza e l’inferiorità numerica si fanno sentire, tant’è che Mennella compirà 3 parate decisive prima del 3 a 1 definitivo di Piovaccari che arriva al 48° con un’azione personale, che gli vale la doppietta.

Finisce così l’incontro con gli azzurri che domenica affronteranno un’altra big del campionato, la Ternana; i ragazzi di Papagni da martedì si concentreranno per la difficile trasferta, consapevoli di poter dire la loro anche in questo match, sperando che con un pizzico di buon vento in poppa questa volta si riesca a portare a casa qualche punto utile alla classifica.

Ufficio Stampa As.Andria

Guarda le foto -->>

Link utili

Articoli recenti

Blog Archive