Spal - Andria 2-0

Spezzata dagli emiliani la striscia positiva dell'Andria
Redazione 21 Febbraio 2010 calcio


Si ferma a 5 la serie di risultati utili consecutivi per la squadra di Papagni, che in quel di Ferrara rimedia una sconfitta figlia di una prestazione sottotono rispetto alle ultime uscite azzurre; k.o. che conferma i pensieri scettici di chi non vedeva la sosta di buon occhio, considerato il bel momento degli andriesi in campionato. In una domenica non di certo esaltante, la nota di rilievo arriva dai campi in cui giocano le dirette concorrenti; anche queste non brillano e dunque la classifica rimane pressoché identica, nonostante il passo falso.
Polverini preferito a Nicolao per sostituire Di Simone infortunato e fascia da capitano che passa all’esperto Sibilano. Per il resto mister Papagni riconferma gli stessi della gara contro il Pescara. Per la Spal non ci sono Bazzani e Schiavon e mister Notaristefano schiera un 4-4-1-1 con Valtulina ad agire alla spalle di Cipriani unica punta; l’attaccante nonostante i tanti errori in fase conclusiva, sarà una vera mina vagante per la difesa andriese, oggi in campo con la terza divisa di colore arancio.

La partenza non poteva essere più travagliata per i biancoazzurri di mister Papagni. Per i primi 24 minuti subisce il pressing a tutto campo dei padroni di casa che in questo arco di tempo mettono a ferro e fuoco l’area di rigore andriese colpendo un palo con Cipriani in girata e trovando la via della rete per ben due volte esattamente al 7° e al 16°: prima Cabeccia, dopo un 1-2 a limite dell’area, si presenta solo in area davanti a Spadavecchia e non ha difficoltà ad insaccare, complice una deviazione di Pomante; poi la seconda marcatura arriva sugli sviluppi di una punizione dal limite dell’area sinistra battuta da Smit, che mette alle spalle dell’estremo andriese. La prima reazione andriese arriva quando il cronometro segna il minuto 25 con un tiro pericoloso di Anaclerio che impegna seriamente Capecchi bravo a rifugiarsi in angolo. E’ l’inizio di un lento recupero per i ragazzi di casa nostra che quantomeno guadagnano metri di campo ma non riescono a produrre nessuna azione che incida veramente almeno fino al 41° quando Doumbia va via sulla sinistra ed entra in area servendo Chiaretti ma la sua girata è neutralizzata da Capecchi non senza qualche affanno. Primo tempo frastornato per l’11 andriese che si chiude dopo 2 minuti di recupero decretati dall’arbitro Coccia.

Nella ripresa mister Papagni cambia subito volto alla squadra. Dagli spogliatoi non ritorna in campo Polverini; al suo posto Rizzi, con l’obiettivo di dare sostanza a centrocampo e osare ancora di più in avanti. Il tentativo però, non sortisce effetto immediato al’ 4° l’ arbitro Coccia assegna un penalty discutibile alla Spal. Sul dischetto si presenta Valtulina ma alla sua conclusione si oppone uno strepitoso Spadavecchia che neutralizza il tentativo. Subito dopo Cipriani lanciato in area si presenta a tu per tu con l’estremo andriese ma per fortuna spara alle stelle.

Papagni tenta il tutto per tutto e prima del 20° opera le altre due sostituzioni gettando Dionigi e Nicolao nella mischia. L’Andria prova a proporsi ma senza la giusta determinazione; ci prova Dionigi con un tiro a giro che termina a lato, poi Sy con una palla tagliata al centro che non trova sostegno da parte dei compagni. Finisce dopo circa quattro minuti di recupero una gara da archiviare al più presto per la truppa andriese che da martedì dovrà concentrarsi per il big match di Domenica prossima al Degli Ulivi, dove arriverà la capolista Verona.

Ufficio Stampa AS.Andria

Guarda le foto -->>

Link utili

Articoli recenti

Blog Archive