AttivitÓ promozionele "raccolta differenziata"

Proposta "madeinandria"
Vincenzo Fasanella 11 Marzo 2008 canalone 1916


avanzifarmaci

Interessante la campagna di sensibilizzazione "modello Lugano" messa in atto dal Comune: "A noi gli avanzi please", "A noi i farmaci scaduti please" ecc...

Ma che caspita significa "please" (cio'bba stu pliz)? E' un rifiuto da differenziare? Si deve prima pulire? La raccolta differenziata Ŕ molto difficile da inculcare, poi se si usano questi termini, per convincere la gente a farla, succede che nessuno ci capisce niente. Gli addetti alla comunicazione credo che sappino che qui siamo in Italia, e precisamente ad Andria, di conseguenza il linguaggio da usare per rivolgersi alla popolazione va adeguato ai timpani o alle pupille dei destinatari.
E' ovvio che una campagna pubblicitaria va ideata dopo aver studiato gli usi e i costumi dei destinatari; non si pu˛ usare la stessa campagna pubblicitaria in Svizzera, in Italia, piuttosto che nel Congo Belga.

Oggi quasi ovunque in cittÓ si differenzia cosý:

gomme nell' umidogomme nell' umido

polistirolo nell'umidoplastica nell'umido

Noi di "madeinandria" per l'imminente futuro proponiamo una campagna di sensibilizzazione, e di induzione, alla raccolta differenziata, in questi termini:

proposta

Le scritte a caratteri cubitali, devono essere leggibili a 50m di distanza dal cassonetto, in modo che l'utente legga il tutto durante il percorso di avvicinamento al sito, e senza avere in dotazione una lente di ingrandimento.

Questa indicazione risulterÓ offensiva solo verso chi continuerÓ a non rispettare le norme.
Oltre ad essere fortemente diretta e d'impatto, di sicuro questa campagna, quanto farebbe discutere, tanta pubblicitÓ riceverebbe gratis.
Tutti sappiamo come funziona, non importa se in bene o in male, l'importante Ŕ che se ne parli!

Link utili

Articoli recenti

Blog Archive