Fidelis Andria, ecco Juan Cruz Martinez: l'attaccante-scout che ha fatto impazzire Farina

In biancoazzurro anche Massimo Pollidori e Giuseppe Telera
Gianluca Losito 27 Luglio 2023 calcio 693
Fidelis Andria, ecco Juan Cruz Martinez: l'attaccante-scout che ha fatto impazzire Farina


Giornata di grandi annunci per la Fidelis Andria. Dopo l'annuncio della nuova proprietà e del mister Farina, nella giornata odierna la società federiciana ha cominciato ad annunciare i primi tesserati per la stagione sportiva 2023/2024. Mentre Massimo Pollidori (possibile ruolo da capitano per lui? L'annuncio come prima firma è abbastanza emblematico in tema) e Giuseppe Telera sono profili conosciuti, giocando in società locali da oltre un decennio, dall'indubbio valore e di sicuro affidamento, è curioso approfondire la figura del primo giocatore offensivo che indosserà la maglia biancazzurra nel nuovo corso Di Benedetto: si tratta di Juan Cruz Martinez, attaccante argentino nato nel 1997. Nell'ultima stagione Martinez si è suddiviso tra una prima parte di stagione disputata nel Locri, in Serie D, con 1 gol e 2 assist messi a segno, mentre da dicembre 2022 si è trasferito al Rotonda, in Eccellenza Lucana, dove ha contribuito con 4 gol alla vittoria del campionato da schiacciasassi del club biancoverde.

Martinez ha cominciato a giocare a calcio nel suo Paese d'origine, quello argentino, seguendo l'esempio del fratello Nicolas (attaccante con parecchie esperienze in Eccellenza tra cui Scalea, Vigor Lamezia e Castellaneta), ma è arrivato in Italia molto presto: dopo esperienze nei settori giovanili di Estudiantes, Argentinos Juniors e Racing de Avellaneda, Martinez è arrivato in Italia nel 2016, grazie al consiglio del collega e amico Santiago Colombatto (conosciuto nell'esperienza al Racing), regista con esperienze a Cagliari, Verona e Perugia e oggi nella squadra messicana del Leòn. Come racconta Il Quotidiano del Sud, JCM è passato attraverso i settori giovanili di Cagliari e Sassuolo, ma, a causa di problemi legati alla cittadinanza italiana, è dovuto partire dal basso: prima il periodo di prova con la Maceratese, all'epoca in Serie C, poi nel 2017 si è trasferito alla Stilese a Tassone, squadra in provincia di Reggio Calabria militante in Promozione Calabrese, dove ha vissuto un triennio ricco di soddisfazioni e tanti gol (ben 60) conditi anche da una promozione in Eccellenza. Durante questo periodo, l'esperienza dell'attaccante è stata legata a quella di un altro regista che ha fatto le sue fortune in Puglia: se a chiamare lui in Italia era stato Colombatto, in questa situazione si è investito in prima persona del ruolo di “scout” consigliando alla Stilese il centrocampista Galo Capomaggio, che ha successivamente indossato la maglia del Fasano e oggi gioca nell'Audace Cerignola, attraendo l'interesse di diverse squadre di categoria superiore. Dopo l'esperienza alla Stilese, per Martinez è il momento del salto di qualità: passaggio al Locri, anch'esso in Eccellenza Calabria, e promozione conquistata in Serie D con un bottino di 11 gol.

Il resto è storia recente, cronaca dell'ultima stagione: 1 gol e 2 assist in 98 minuti di gioco nei primi mesi stagionali con il Locri, in Serie D (con l'ottima media di una contribuzione ogni 33 minuti circa), dove non è riuscito a trovare il giusto spazio; passaggio al Rotonda, Eccellenza Lucana, dove sono arrivate 4 reti che hanno aiutato la squadra del territorio potentino a tornare in Serie D dopo una sola stagione nella quinta serie del calcio italiano, conquistando la terza vittoria di campionato nella sua carriera. Anche l'esperienza in Basilicata non è stata perfetta per Martinez, in quanto ha subito una squalifica di 3 giornate per via di una diatriba con un avversario. Insomma, il giocatore argentino arriva ad Andria dopo una stagione da un lato positiva, per l'ottimo risultato sportivo raggiunto, ma dall'altro non semplice per via delle tante partite passate lontano dal campo: la speranza è che da questo mix possa offrire ai colori biancazzurri un calciatore affamato e voglioso di imporsi anche in Serie D, cosa che finora Martinez non è ancora riuscito a fare nella sua carriera ma che ha tutte le potenzialità per raggiungere.
Dal punto di vista tecnico-tattico, Martinez è una classica ala sinistra di piede destro (ma che non disdegna il mancino), che si muove quindi a piede invertito per venire dentro al campo e puntare l'avversario nell'uno contro uno. Baricentro basso, gambe veloci e accelerazione imprendibile, Martinez si distingue come un calciatore particolarmente prolifico, ma che non disdegna anche servire assist ai propri compagni di squadra. Spesso il numero 7 scende a prendere palla a centrocampo, aiutando la squadra a risalire il terreno di gioco grazie ad un'ottima protezione palla e anche alla velocità raggiunta palla al piede. Giocatore abile nel dribbling e con un'ottima tecnica di tiro (punta spesso all'angolino basso), la particolarità di Martinez è che, nonostante l'altezza non da centravanti di sfondamento (è alto 1,75m circa) stacca di testa con un ottimo terzo tempo e un forte attacco palla, caratteristica che ricorda un altro fortissimo attaccante sudamericano come Marcelo Salas. Oltre alle qualità col pallone tra i piedi, Martinez si rende molto utile anche quando il pallone ce l'hanno gli altri, che siano gli avversari (si rende protagonista di ripieghi difensivi ad aiutare i terzini) o i suoi stessi compagni di squadra: Martinez attacca la profondità con scatti fulminei e cambi di direzione difficilissimi da leggere per le difese, che quindi gli permettono da un lato di trovarsi solo e segnare con più facilità, dall'altro di attrarre difensori e liberare spazi per i propri compagni attaccanti. Sono proprio queste qualità che hanno fatto innamorare calcisticamente di lui Francesco Farina nel doppio scontro di Coppa Italia Dilettanti nella stagione 2021/2022 tra Locri e Barletta: Martinez non segnò, ma fece un assist e fu tra i protagonisti più positivi per la squadra calabrese, creando tantissimi grattacapi alla difesa biancorossa e causando addirittura un'espulsione di un avversario. Curiosità: Martinez ha segnato in ogni esordio della propria carriera (Promozione, Eccellenza, Coppa Italia Dilettanti e Serie D). Che possa essere questo un buon auspicio per l'esperienza ad Andria? Il passato degli ultimi argentini ad Andria fa ben sperare: tra Nicolas Di Rito, Emiliano Olcese e Matias Cristaldi, sono parecchi gli attaccanti argentini che hanno raggiunto la doppia cifra di gol nell'ultimo decennio con la maglia azzurra.

Ragazzo con una gran passione per il calcio anche oltre il suo lavoro, Martinez è ovviamente un gran tifoso dell'Argentina, adora Messi ed è sostenitore del Boca Juniors; inoltre è anche appassionato di motori e tifoso della Ferrari. In passato ha dichiarato che il suo sogno è quello di approdare in Serie C, chissà che Andria non possa aiutarlo ad esaudire questo gran desiderio. Bienvenido, Juan!

Link utili

Articoli recenti

Blog Archive