Le stranezze della differenziata ad Andria

La percentuale attuale, secondo i dati ufficiali, è irrisoria
02 22 Agosto 2008 approfondimenti 1973


In questa pagina vi forniamo un grafico riassuntivo delle percentuali di raccolta differenziata nella città di Andria, dal mese di Gennaio 2007 fino a Maggio 2008 (ultimi dati disponibili).

I dati sono ufficiali, in quanto tratti dal sito dell’Assessorato all’Ecologia della Regione Puglia, cui i dati vengono inviati dai singoli Comuni.

 

 


Come potete vedere, i dati di Andria sono a dir poco “strani”…precisamente si passa dal mese di Luglio al mese di Agosto 2007 da una percentuale di quasi 15% di differenziata ad una di circa il 6%.
All’improvviso, da un momento all’altro, la gente di Andria decide di non riciclare più, o meglio di riciclare meno della metà rispetto al mese precedente. Nei mesi successivi la percentuale non aumenta più, anzi diminuisce ulteriormente. E’ mai possibile un crollo di questa entità?
Quali sarebbero le cause poi di un così repentino cambiamento?

A noi tutto ciò sembra alquanto improbabile. E’ più probabile che ci sia qualcosa che non va in questi dati; sarebbe necessario un chiarimento da parte degli organi competenti del Comune per una corretta lettura della situazione.
Non riusciamo a credere che corrisponda al vero che fino alla scorsa estate gli andriesi riciclavano quasi il 15% e oggi, ad un anno di distanza, solo il 5%. Tanto più che nelle città limitrofe le percentuali sono tutte più alte; ad esempio a Barletta si ricicla più del 20%, una percentuale che appare più veritiera e più vicina a quella già registrata nella nostra città.

La nostra attuale percentuale (5-6%), se realmente corrispondente al vero, sarebbe la più bassa tra tutti i Comuni appartenenti al bacino ATO BA/1.
A questo punto ci auguriamo che il dato sia davvero inesatto, per qualche motivo sconosciuto…altrimenti la situazione della raccolta differenziata ad Andria sarebbe davvero scandalosa.

Link utili

Articoli recenti

Blog Archive