Governabilità ad Andria...ultimo atto? Gli scontri politico-elettorali potrebbero riservare non poche sorprese

Intervento di Leonardo Bianchino (Ass. Libertà e Partecipazione)
Redazione 15 Aprile 2009 notizie 646
Governabilità ad Andria...ultimo atto? Gli scontri politico-elettorali potrebbero riservare non poche sorprese


L’ultimo scontro (in ordine di tempo), tutto interno alla maggioranza che governa la città di Andria, potrebbe riservarci non poche sorprese.
Le recenti prese di posizione del Segretario cittadino del PD, da un lato, e quelle, di replica, di un altro Gruppo che siede sugli stessi banchi di maggioranza, dall’altro, ripropongono un film già visto.
Ma questa volta il finale potrebbe essere veramente diverso, perché siamo in campagna elettorale e perché bisogna approvare il bilancio comunale.
La cosa curiosa, questa volta, è che “al centro” degli attacchi parrebbe trovarsi, volente o nolente, proprio il nostro Sindaco Zaccaro, stretto tra le reciproche accuse del Segretario del suo Partito (PD) e le repliche da parte di esponenti dell’altro suo Partito, A.C.C.Z..
Proprio dei componenti di quest’ultimo Movimento sono le dichiarazioni dure nei confronti del Segretario Pd, che per primo aveva lanciato la “bomba”.
Una cosa è certa: da una parte e dell’altra dovrebbero arrivare segnali di chiarimento circa le loro prese di posizione, affinché i cittadini “capiscano”.
A cosa si riferisce, in particolare, il Segretario del PD quando egli afferma: “evidentemente l’assessore Farina o ha già dimenticato le sue origini culturali di centrosinistra oppure era troppo impegnato nella sua campagna elettorale, e nel concedere patrocini a manifestazioni organizzate per amici e parenti, per rendersi conto di tale grave proposta”?
A quali Manifestazioni, che evidentemente non condivide, si riferisce il Segretario?
Dall’altra parte gli esponenti di A.C.C.Z. chiariscano:
il fatto che “Il bilancio, prodotto dall’assessore del Partito Democratico, non è mai stato né illustrato, né è mai stato chiesto loro alcun contributo” così come: “in merito al richiesto confronto pubblico tra il già assessore alla cultura Pina Marmo e l’assessore Paolo Farina per confrontare, numeri alla mano, l’operato dei due amministratori che più a lungo hanno amministrato…” cosa potrà determinare? Un duello all’ultimo sangue?
Di una cosa, gli uni e gli altri, si rendano consapevoli:
La figuraccia rimediata negli ultimi consigli comunali del 30 e del 31 marzo scorsi, allorquando è venuto a mancare il numero legale proprio di coloro che dovrebbero garantirlo, potrebbe ripetersi nelle prossime sedute del 15, 16 e 17 aprile prossimi.
Se ciò dovesse accadere, pensate che i cittadini resterebbero ancora a guardare?
Attenzione, il senso di “onnipotenza” del quale qualcuno si è autoconvinto, potrebbe non accompagnarlo più.
La gente sarebbe veramente stanca, i cittadini andriesi, a questo punto, dovrebbero sentire fino in fondo il dovere di ribellarsi, veramente e con azioni “di piazza” concrete, a chi intende la gestione della cosa pubblica come una perenne, instancabile e indegna lotta di poteri e di accuse reciproche.
Gli andriesi questo non lo meritano e non lo sopporterebbero oltre.

Link utili

Articoli recenti

Blog Archive