Morti sul lavoro: nessuno fa niente

Intervento di Vincenzo Sinisi Segretario cittadino PdCI
Redazione 24 Maggio 2009 notizie 954
Morti sul lavoro: nessuno fa niente


Un altro lavoratore ha perso la vita sul posto di lavoro,ora leggeremo e ascolteremo parole di solidarietà alla famiglia,di indignazione,inviti a tenere alta la guardia da parte delle istituzioni ,ma di proposte concrete neanche l’ombra solo proclami il che vuol dire che continueremo ad assistere impotenti a queste morti.
Recentemente il Governo ha approvato la riduzione delle sanzioni per i padroni che causano la morte dei lavoratori perché vogliono risparmiare sui costi della sicurezza. Il testo unico sulla sicurezza dovrebbe essere un deterrente ma come può essere un deterrente se le aziende rischiano un controllo ogni 33 anni perché gli ispettori del lavoro sono troppo pochi a questo si aggiungono leggi vergognose del governo Berlusconi come la 124 del 23 aprile 2004 che ha indebolito le attività ispettive e ha ridotto i rimborsi e le diarie per le ispezioni,ma anche le ASL non stanno meglio per mancanza di fondi e personale e il ruolo dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza non è stato potenziato abbastanza.
In Italia assistiamo al paradosso che se i lavoratori denunciano vengono puniti e troppo spesso perdono il posto di lavoro.
Noi comunisti ci rendiamo conto che l’amministrazione comunale non ha poteri specifici in materia,ma chiediamo all’amministrazione comunale di lanciare immediatamente una campagna di sensibilizzazione nelle scuole cittadine di ogni ordine e grado per insegnare ai futuri lavoratori e imprenditori la cultura della sicurezza sui luoghi del lavoro.
Invitiamo l’amministrazione comunale e la prossima amministrazione provinciale a non concedere più autorizzazioni ai lavori a quelle imprese che non hanno le carte in regola e se possibile evitare gare d’appalto per lavori pubblici con ribassi fino al 30% che vanno sempre a scapito dei costi per la sicurezza e la vita dei lavoratori non ha prezzo.

Link utili

Articoli recenti

Blog Archive