Prima giornata nazionale AVO: Associazione Volontari Ospedalieri

Il 24 ottobre i volontari ti aspettano per raccontarti di un grande progetto: aiutare ci unisce!
Redazione 23 Ottobre 2009 notizie 942
Prima giornata nazionale AVO: Associazione Volontari Ospedalieri


24 ottobre 2009 - "A chi tocca?". La ricerca di una risposta a questa difficile domanda spinse il professor Erminio Longhini, primario medico dell'ospedale di Sesto San Giovanni, a fondare l’AVO nel 1975. Molto tempo è passato da allora. Le associazioni sono diventate circa 240 e i volontari ben 30.000, attivi in oltre 520 strutture (Ospedali, Case di Riposo, R.S.A., hospice) su tutto il territorio nazionale, sulla base di apposite convenzioni stipulate con le Aziende interessate.

Il servizio svolto dai volontari - oltre 3.500.000 ore annue - risponde ai requisiti di una forte motivazione personale, una adeguata preparazione, una presenza non occasionale ma organizzata e l'assoluta gratuità delle prestazioni nel pieno rispetto del ruolo e delle competenze degli Operatori Sanitari.

La Prima Giornata Nazionale AVO vedrà il coinvolgimento di numerosi personaggi di rilievo, delle Istituzioni locali, autorità politiche e di due testimonials d’eccezione, due campioni sportivi del calibro di Fiona May e Antonio Rossi , protagonisti, tra l’altro, dello spot che andrà in onda sulle principali emittenti nazionali. La campagna di comunicazione AVO è presente anche in radio, sul web e sui maggiori quotidiani e periodici italiani. L'iniziativa, inoltre, ha ottenuto l'adesione della Presidenza della Repubblica e il Patrocinio del Ministero del Welfare.

Le finalità della giornata sono :
- dare visibilità e far conoscere l’Associazione a più persone possibile;
- promuovere e accogliere nuove adesioni;
- attivare più sistematiche ed efficaci collaborazioni con le Istituzioni e gli altri Volontariati;
- rafforzare il senso d’appartenenza e rendere più consapevoli i volontari della vastità e dell’importanza del loro volontariato.


Anche l’Associazione Volontari Ospedalieri di Andria (AVO Andria), con sede presso la Residenza Sanitaria Assistenziale “Madonna della Pace” in via Sofia, celebrerà il 24 Ottobre la Prima Giornata Nazionale AVO allestendo un Gazebo in Viale Crispi distribuendo, così, materiale informativo.
L'A.V.O. Andria intende rendere a tutti coloro che non si trovano nella pienezza dei propri mezzi fisici e psichici, un servizio qualificato, volontario e gratuito per assicurare una presenza amichevole accanto ai malati nell'ambito delle strutture stesse offrendo loro, durante la degenza, calore umano, dialogo, aiuto per lottare contro la sofferenza, l'isolamento e la noia, con l'esclusione, però, di qualunque mansione tecnico-professionale di competenza esclusiva del personale medico e paramedico. E' una presenza che integra e non si sostituisce a quelli che sono i compiti perseguiti e le responsabilità assunte dalle organizzazioni nelle quali si svolge la sua attività.
L’associazione collabora, inoltre, con le Istituzione per perseguire gli obiettivi di umanizzazione, di personalizzazione, di informazione e di educazione alla salute nel rispetto dei ruoli e delle competenze, così come si impegna anche in progetti e sperimentazioni mirati a migliorare il servizio a favore dell'ammalato.
A ogni socio è richiesta, come condizione essenziale, una adeguata formazione che lo metta in grado di realizzare, nel migliore dei modi, le finalità, i compiti e gli obiettivi dell'Associazione.

Per qualsiasi informazione è possibile contattare la Segreteria AVO Andria tutti i giorni dalle ore 8.00 alle ore 20.00 al numero tel./fax 0883.252881

Presidente AVO Andria
Dott. Gianluca GRUMO

Link utili

Articoli recenti

Blog Archive