Quartiere S.Valentino: oggi i politici andriesi farebbero bene a tacere!

Intervento di Lorusso Renato candidato al Consiglio Comunale Lista Civica "ANDRIA CI CHIAMA"
Redazione 12 Marzo 2010 notizie 830
Quartiere S.Valentino: oggi i politici andriesi farebbero bene a tacere!


In qualità di candidato al Consiglio comunale di Andria, nella Lista Civica “ANDRIA CI CHIAMA, con Montaruli intendo rispondere” devo prendere atto che sono tanti i temi dei quali i nostri politici locali si stanno occupando in questo momento elettorale.
Tra i tanti temi all’ordine del giorno elettorale c’è anche quello relativo al Quartiere S. Valentino di Andria, più che mai abbandonato a se stesso.
Non so quanti di questi signori conoscano quel territorio, tanto che alcuni parlano, senza cognizione di causa, di aver trovato un quartiere migliorato, forse perché pensava di trovare ancora terreno incolto o pecore a pascolare o forse lo ha trovato migliorato perché ha preso visione (e si vede bene) dell’unica costruzione moderna presente in quel quartiere.
Quella costruzione, però, non è un’opera del comune né una delle tantissime opere pubbliche mai realizzate, seppur ci siano da oltre 10 anni milioni di euro disponibili che, come ha affermato recentemente ad Andria l’Assessore Regionale alla Pianificazione del Territorio, prof.ssa Angela Barbanente, il comune non ha avuto la capacità di spendere, fino ad ora.
Altro che campagna elettorale e comitati elettorali.
I cittadini del Quartiere, sempre in attesa e sempre illusi, dovrebbero ancor più indignarsi perché oggi, in campagna elettorale, rischiano ancor di più di essere presi in giro e rimanere, subito dopo le elezioni, di nuovo abbandonati, almeno dai Politici.
Parlo in questo modo perché so bene di cosa sto parlando, essendo anche il Vice-Presidente dell’unica Cooperativa Edilizia che sta operando in quel Quartiere e non certo per grazia ricevuta.
Quello stabile moderno, dotato dei più moderni standard in materia di risparmio energetico e isolamento acustico, antisismico e rispettoso delle vigenti normative in materia, viene consegnato ai Soci assegnatari al costo di poco più di un posto macchina in via R. Margherita.
La storia del Quartiere S. Valentino è vecchia e pone tantissimi quesiti.
Tanti sono gli assegnatari dei suoli che, al contrario di quello che abbiamo fatto noi, hanno rinunciato a costruire in quel luogo, negando, in questo modo, condizioni di mercato e di sviluppo del territorio.
Quelle rinunce sono state causate proprio dalla mancata realizzazione delle opere di urbanizzazione, almeno primarie, che hanno fatto scappare via le Imprese private già assegnatarie, facendo anche venire meno risorse al comune provenienti proprio dagli oneri di urbanizzazione che noi, invece, abbiamo cominciato a pagare.
Cosa significa?
Senza opere di urbanizzazione pensate che qualcuno abbia voglia di andare ad abitare in quel Quartiere?
Noi diciamo di si, perché gli alloggi, noi, li consegneremo a breve ma quei cittadini che vi andranno ad abitare, e non sono solo del Quartiere S. Valentino pensate che siano contenti di risiedere in un Quartiere abbandonato, senza servizi, senza uffici pubblici, con scarsa illuminazione e tantissime emergenze che mettono a rischio le minime condizioni di vivibilità?
La lunga storia potrebbe continuare all’infinito e, ad essere onesti, dobbiamo dire che non tutto è proprio fermo.
Una specie di appalto sarebbe stato fatto dall’Assessore Uscente ma mentre la base d’asta era di 5 milioni di euro, la Ditta che si è aggiudicata i lavori ha vinto la gara con un ribasso del 50% per cui l’investimento si riduce a 2 milioni e mezzo di euro e, ancora una volta, al danno si aggiunge la beffa in quanto lo stesso capitolato concede 600 (seicento) giorni di tempo per la realizzazione dei lavori...campa cavallo che l’erbaccia cresce.

Link utili

Articoli recenti

Blog Archive