23 Aprile: Giornata mondiale del libro promossa dall'Unesco

Una serie di iniziative sono state organizzate dalla Biblioteca diocesana, Libreria Guglielmi e Museo CreAttivo Laportablu
Redazione 22 Aprile 2010 notizie
23 Aprile: Giornata mondiale del libro promossa dall'Unesco


L’idea della Giornata mondiale del libro e del Diritto d’autore ha la sua origine in Catalogna dove, il 23 aprile, festa di San Giorgio, è usanza che gli uomini regalino una rosa alle donne e ne siano contraccambiati con un libro e così avviene anche tra persone con altri tipi di legami affettivi: amicizia, parentele …
La data ha, inoltre, un particolare valore simbolico poiché il 23 aprile del 1616 vennero a mancare contemporaneamente Cervantes, Shakespeare e l’ Inca Garcilaso de la Vega.
Attraverso la celebrazione in tutto il mondo della Giornata del Libro e del Diritto d’autore, l’UNESCO intende pagare un tributo universale ai libri e agli autori, incoraggiando il piacere della lettura ed il rispetto per l’insostituibile ruolo di coloro che hanno costruito il progresso sociale e culturale dell’Umanità.


La Biblioteca diocesana "San Tommaso d'Aquino", la Libreria Guglielmi e il Museo CreAttivo Laportablu, in occasione della Giornata mondiale del libro promossa dall'UNESCO, hanno organizzato una giornata di iniziative di promozione del libro e della lettura il prossimo venerdì 23 aprile.


Programma iniziative:

LIBRI, AUTORI, ILLUSTRATORI, LEGGISTORIE, LABORATORI….
Prima maratona per piccoli, grandi lettori

- Ore 10.00, presso la Biblioteca diocesana “San Tommaso d’Aquino” - Largo Seminario, 8
“MATITE, COLORI E …ALTRO”
Incontro con l’illustratrice Vittoria Facchini. Laboratorio per bambini dai 6 ai 9 anni.

- Ore 17-18.30, presso il Museo CreAttivo Laportablv - Via E. Carafa, 8/10
“COME SAN GIORGIO SCONFISSE IL DRAGO”
Laboratorio di lettura animata per bambini dai 6 agli 8 anni.

Le prenotazioni ai laboratori va effettuata presso la Libreria Guglielmi - Via Bovio, 76 tel. 0883-592614

- Ore 19.30, presso la Biblioteca diocesana “San Tommaso d’Aquino” - ingresso Via Bottego, 3
“IL LIBRO E LA ROSA”
Presentazione del volume Fiabe di Terra di Bari, ed. BESA



Interverrà l’autore, prof. Daniele Giancane
docente di Letteratura per l’Infanzia presso l’Università degli Studi Aldo Moro – Bari
con l’amichevole partecipazione della prof.ssa Sabina Lorusso, che leggerà passi scelti

Come nella festa di San Giorgio in Catalogna, sarà possibile scambiarsi tra amici il libro presentato con una rosa
Punto vendita a cura della Libreria Guglielmi e della Fioreria La Peonia


NOTE
Vittoria Facchini vive e lavora a Molfetta. Dopo gli studi d'arte, si sposta a Firenze per specializzarsi in Grafica Pubblicitaria ed Editoriale e poi a Venezia, dove l'incontro con Emanuele Luzzati segnerà più di tutti la sua scelta di illustrare.
Ha pubblicato all’estero (Francia, Giappone, Portogallo e Corea) e con molti editori italiani (Fatatrac, Mondadori, Einaudi Ragazzi, Feltrinelli, Giannino Stoppani, Editoriale Scienza, Art'è, Editori Riuniti, Treccani).
Nel 2002 il Ministero per la Cultura Francese l'ha scelta tra i 60 autori invitati a rappresentare l'Italia al Salone del Libro di Parigi.
Nel 2006 ha vinto il Premio Andersen come migliore illustratrice dell'anno.


Il prof.Daniele Giancane insegna “Storia della letteratura per l’infanzia” nel corso di Scienze della Formazione Primaria e “Teatro d’animazione” nel corso di “Educatori professionali nel campo della devianza e del disagio giovanile”.
Autore di molti volumi e di saggi, collabora con articoli a varie riviste di cultura (“Adultità”, “Didattica della scrittura”, “Pepeverde”, “LG Argomenti”, “Pagine giovani”) e al quotidiano “La Gazzetta del Mezzogiorno.”
Direttore della rivista “La Vallisa”, dirige diverse collane di letteratura per l’infanzia: in specifico
la collana della Besa editrice, della Levante, della Secop.
Suoi scritti e volumi sono stati pubblicati in diverse nazioni:un suo libro sulla letteratura per l’infanzia in Italia è testo di studio nella Università di Belgrado.
Per il suo ventennale impegno di cooperazione fra cultura serba e cultura italiana,è stato insignito della cittadinanza onoraria dalla città di Nis (Serbia) e del premio di Vuk, la più alta onorificenza della Serbia (2002).

Link utili

Articoli recenti

Blog Archive