Soddisfatti per l'affermazione chiara del principio di policentricità

Nota di commento all'approvazione dello statuto della Bat a firma dei consiglieri comunali PD di Andria Vitanostra, Marchio, Volpe, Ruggiero e Liso
Redazione 23 Maggio 2010 notizie 1232
Soddisfatti per l'affermazione chiara del principio di policentricità


"Finalmente la sesta provincia pugliese assume la sua forma statutaria – lo affermano i consiglieri comunali del Partito Democratico di Andria – c’è voluto quasi un anno dalle elezioni provinciali.

Quello approvato rimane uno statuto contraddittorio, che assegna sì la sede legale ad Andria ma all’articolo 1 individua il polo istituzionale a Barletta, richiamando l’accordo dei sindaci del 2006. In questo modo ci pare che il centrodestra non abbia voluto dipanare in maniera chiara il nodo, che ai cittadini appare stucchevole, delle sedi istituzionali e di fatto non pone fine alle rivendicazioni campanilistiche e le soluzioni adottate appaiono ancora incerte, provvisorie e pasticciate
".

"Non possiamo sottacere, tuttavia, la soddisfazione per l’affermazione chiara del principio di policentricità, soprattutto in virtù del fatto che da sempre abbiamo mantenuto un profilo di coerenza su questa vicenda. Né possiamo dimenticare che all’indomani dell’assegnazione della Prefettura a Barletta, che disconosceva l’accordo dei sindaci del 2006, siamo stati attaccati in maniera strumentale per aver mantenuto la barra dritta. Avevamo la certezza che alla fine la forma policentrica, voluta dal territorio e dal legislatore, sarebbe stata preservata.

Molti erano coloro che soffiavano sul fuoco del campanilismo andriese, che spingevano per un disimpegno della città di Andria dal processo di costruzione di questa istituzione. Non possiamo che chiederci cosa sarebbe successo alla sesta provincia ed al ruolo di Andria in questo territorio se in consiglio comunale nel 2008 avessimo deciso, come proposto dell’opposizione di allora che oggi è maggioranza di governo ad Andria ed alla provincia, di avviare la procedura di uscita dalla Bat. Allora decidemmo di perseverare nel tentativo di giungere a soluzioni di buon senso. I fatti di oggi
– concludono i consiglieri PD - iniziano a dar ragione alla scelta difficile e forse impopolare che allora il centrosinistra andriese compì."

Link utili

Articoli recenti

Blog Archive