Italiani presi in giro dal Governo sulla situazione economica

Intervento di Vincenzo Sinisi – Segretario cittadino Pdci
Redazione 27 Maggio 2010 notizie 795
Italiani presi in giro dal Governo sulla situazione economica


"Per due anni il governo ha preso in giro gli italiani sulla situazione economica del nostro Paese. Berlusconi ed i suoi amici di governo, prima, hanno sostenuto che la crisi praticamente non c’era: erano i comunisti, la sinistra, i sindacati ed i media ad ingigantire le cose; poi questi governanti da 'strapazzo' ci hanno detto che la crisi c’era stata ma che era oramai alle spalle; ed oggi, dopo aver portato l’Italia sul baratro della bancarotta, pretendono sacrifici da lacrime e sangue per non fare la fine della Grecia.

E come al solito, il governo batte cassa colpendo i soliti noti: lavoratori salariati, pensionati e cittadini onesti, che da sempre pagano le tasse. Come se tutto ciò non bastasse, a confermare la natura classista del governo, si colpiscono i ceti sociali più deboli, si tagliano le prestazioni sociali e si fa l’ennesimo regalo agli evasori con l’adozione di un nuovo condono edilizio.

È quindi più che mai urgente ed indispensabile costruire un movimento, il più ampio e determinato possibile, di ferma opposizione sociale e politica a questo governo.

È necessario dare da subito un segnale; perciò, la Federazione della Sinistra ha dato l’adesione alla manifestazione nazionale del 2 giugno a Milano, convocata dalla Cgil e da importanti associazioni nazionali, per ribadire il valore e l’importanza della nostra Costituzione; e alla mobilitazione del 5 giugno indetta da Usb (Unione Sindacale di Base) e Cobas che si svolgerà con due manifestazioni a Roma e Milano.

Nella città di Andria in contemporanea a queste manifestazioni la Federazione della Sinistra sarà impegnata a diffondere un volantino per spiegare ai cittadini le ragioni e le cause della crisi".

Link utili

Articoli recenti

Blog Archive