Le Associazioni Civiche Andriesi incontreranno oggi a Bari il Sottosegretario all'Interno, On.Alfredo Mantovano

Questione sicurezza nella BAT e lavori per la realizzazione della Questura i temi che saranno trattati
Redazione 02 Settembre 2010 notizie 849
Le Associazioni Civiche Andriesi incontreranno oggi a Bari il Sottosegretario all'Interno, On.Alfredo Mantovano


Avverrà oggi 2 settembre 2010, alle ore 19,00 presso il Posto di Polizia all’aeroporto di Bari, l’incontro tra i rappresentanti delle Associazioni Civiche Andriesi e il sottosegretario al Ministero dell’Interno, On. Alfredo Mantovano.
L’incontro, richiesto dai rappresentanti delle Associazioni Andriesi, sarà incentrato su alcuni temi di “pubblico interesse” relativi alla situazione nell’intero territorio della Provincia Barletta-Andria-Trani.

Nella fattispecie la delegazione dei rappresentanti delle Associazioni, guidata da Savino Montaruli, Presidente dell’Associazione “Io Ci Sono!”, Direttore dell’Associazione “Unimpresa Bat” e Coordinatore del “Comitato “Quartiere Europa”, esporrà al Sottosegretario la crescente preoccupazione per gli accadimenti che continuano a succedersi nel territorio e che, purtroppo, hanno caratterizzato negativamente anche questa estate 2010: aggressioni e rapine ai turisti; recrudescenza di atti di vandalismo e di microcriminalità incontrollata; crescente senso di insicurezza per la carenza di uomini e mezzi di Polizia e per cattivo utilizzo delle Forze di Polizia Municipale; necessità di un vero “Piano Sicurezza” per l’intero territorio provinciale che manifesta gli stessi ed identici problemi.

In particolare l’interesse delle Associazioni Civiche Andriesi è focalizzato su una questione che darebbe grande aiuto logistico per raggiungere le finalità auspicate cioè l’avvio dei lavori per la realizzazione della Questura, prevista nella città di Andria.

In una dettagliata relazione che sarà consegnata al Sottosegretario, verranno evidenziati i punti che riteniamo essere al centro di una improrogabile azione sul territorio, cercando altresì di comprendere quali siano i risultati ed i compiti di alcune Agenzie istituzionali all’uopo preposte, quale, ad esempio, “l’Osservatorio Sicurezza”, da anni istituito nel comune di Andria il quale, a nostro avviso, risulta essere improduttivo e rappresenta un elevatissimo costo a carico dell’intera Comunità locale.

Le linee di azione adottate nel Comune di Bitonto o in quello di Bari riteniamo siano esattamente riproducibili nella Sesta Provincia e nella città di Andria, ponendo il concetto di certezza della punizione e della pena quale imprescindibile condizione per la loro piena attuazione.

Link utili

Articoli recenti

Blog Archive