La zona 167 ritorna a vivere, ringraziamo l'Amministrazione Comunale e le persone che abbiamo mandato a rappresentarci

Nota a firma di Acquaviva Ruggiero, residente zona 167 di Andria
Redazione 24 Settembre 2010 notizie 862
La zona 167 ritorna a vivere, ringraziamo l'Amministrazione Comunale e le persone che abbiamo mandato a rappresentarci


Che i primi regali della nuova amministrazione comunale dovessero arrivare non ne avevamo dubbi ma che arrivassero così presto è stata una sorpresa piacevole per tutti noi della Zona 167 Nord 3° Comparto. In un solo mese, due provvedimenti che ci rendono soddisfatti dell'operato della nuova Amministrazione Comunale: il primo il 13 settembre scorso con la liberazione della Zona dal mercato riportato nuovamente nella villa comunale ed il secondo il 20 settembre con lo svolgimento del concerto di Renzo Arbore e della sua orchestra nel grande piazzale liberato. Proprio lunedì 20 settembre tutti noi abbiamo potuto ammirare e goderci lo spettacolo, ascoltando buona musica, stando comodamente seduti sulle nostre terrazze, balconi e grandi verande. Due scelte che devono essere costate veramente tanto all'Amministrazione Comunale, pur di accontentarci: per quanto riguarda l'aver riportato il mercato nella villa comunale ha dovuto subire le proteste dei residenti di quella zona, ai quali vanno tutte le nostre scuse per il trattamento di disparità subito in quanto dobbiamo ammettere che i danni da noi subiti anche in caso di trasferimento di tutto il mercato nella nostra zona su fila unica lasciando libera un'intera corsia per il transito veicolare sarebbe comunque stato meno penalizzante rispetto a ciò che si è creato in via Buozzi e via Grandi così come riteniamo di aver esagerato quando abbiamo esposto sui nostri balconi striscioni offensivi anche per gli ambulanti con frasi tipo "il mercato tra i palazzi fa uscire tutti pazzi" oppure "offesi nella dignità, privati della libertà". per quanto riguarda invece il concerto del grande Renzo Arbore, nell' ultimo giorno di festa patronale è stato un segnale di riconoscenza a favore della nostra zona. Sicuramente un sacrificio per l'amministrazione nonostante sapesse che avrebbero potuto giungere lamentele dei residenti del centro storico e dei tanti commercianti che si aspettavamo un ritorno anche economico dal classico concerto della festa patronale in piazza Catuma che non c'è stato. Anche con loro ci scusiamo perchè sono rimasti completamente isolati dal resto della città ove si sono svolti gli eventi. Concludiamo ringraziando ancora una volta l'Amministrazione Comunale e le persone che abbiamo mandato a rappresentarci, ricordando alla stessa Amministrazione Comunale che rimaniamo in attesa della realizzazione, proprio nella nostra Zona, di quelle che erano le richieste alla base anche del Ricorso presentato al Tar, poi bocciato con la condanna al pagamento di oltre diecimila euro, cioè la realizzazione di edifici scolastici nei piazzali alle spalle del liceo classico e su via Ceruti.

Link utili

Articoli recenti

Blog Archive