"Andria cambia", aumenta la sporcizia per le strade

Intervento Giovanna Bruno - Movimento Politico Culturale Andria3
Redazione 24 Febbraio 2011 notizie 1082


andria, via quinto ennio


Se c’è qualcosa che davvero è cambiato nella nostra Città da quando si è insediata l’Amministrazione Giorgino, è la SPORCIZIA per le strade.

Nel senso che Andria non è mai stata così tanto sporca ed indecorosa. Mai!

Ormai non ci meravigliamo nemmeno più nel vedere cumuli di rifiuti di ogni tipo davanti alle scuole, alle Chiese, ai monumenti,all’Ospedale, alle attività commerciali, per le strade, sui marciapiedi, sugli scivoli per disabili.

Il problema non è solo quello dei cartoni di questi ultimi tempi; il problema è diffuso. Ogni giorno, infatti, c’è un disservizio: che sia il vetro piuttosto che la plastica o la carta o i rifiuti solidi urbani, ogni momento c’è qualcosa che non va e che rende sempre meno dignitosa l’immagine della nostra Città.

Ma sembra che di questo poco importi all’Amministrazione, visto che non si attiva ad adottare politiche ambientali serie e rispettose del decoro di tutti, né tanto meno a potenziare l’Ufficio Ambiente, (assolutamente inadeguato, per come strutturato e per il personale impiegato, a tenere sotto controllo il fenomeno).

L’Assessore al ramo, nelle ultime ore, molto semplicisticamente ha spiegato che il problema dei cartoni è dovuto al fatto che la ECOPOLIS, Società che provvedeva alla raccolta dei cartoni, ha rinunciato a proseguire il servizio e che tale incombenza, con ordinanza sindacale, è stata affidata alla AIMERI, Società che già si occupa della raccolta cittadina dei rifiuti solidi urbani.

Ma, ci chiediamo: come mai la ECOPOLIS ha rinunciato ad un servizio regolarmente remunerato? Di questi tempi non si manda indietro il lavoro…!

E ancora: come mai l’AIMERI, che già è inadeguata a garantire una efficiente, quotidiana raccolta dei rifiuti, diviene destinataria di un ulteriore servizio? Con quali credenziali di efficienza?

Non è che questa è tutta una manovra per dimostrare che occorre altro personale e che, tramite l’AIMERI, questo personale verrà reclutato secondo la logica degli “amici degli amici” cui ci sta abituando questa Amministrazione?

Chissà…!

Per intanto, oltre il danno, anche la beffa: alcuni cittadini sono stati multati per aver conferito rifiuti solidi urbani fuori dagli orari consentiti. E’ il colmo!

Nel senso che ben venga il rispetto delle regole, ma che sia un rispetto a 360°, non un accanimento contro chi, esasperato dalla TARSU che aumenta e dai rifiuti che abbondano in ogni dove, viene punito perché non sapeva dell’esistenza di orari di conferimento dei rifiuti!

L’Amministrazione controlli che chi va in giro con i cani rispetti le regole, perché le strade sono campi minati da escrementi animali!

L’Amministrazione controlli il fenomeno del randagismo, ormai lasciato a se stesso, con tutte le dannose conseguenze che comporta.

Insomma, quanto meno l’Amministrazione si preoccupi di fare quanto dichiarato nelle Linee Programmatiche del Sindaco Giorgino dove, a proposito di politiche ambientali, si legge: “La vivibilità urbana non la si può scindere dallo sviluppo di quelle politiche ambientali atte a rendere Andria una Città semplicemente meno inquinata e più rispettosa del suo territorio. L’Amministrazione, pertanto, progetterà una serie di misure, iniziative ed azioni, nella direzione di tutelare e proteggere il territorio per migliorarne la qualità della vita”.

Belle parole, ma finora solo parole!

Altro che Napoli!

Link utili

Articoli recenti

Blog Archive