Andria, le menzogne del centrodest​ra sul bilancio e sui debiti

Intervento di Vincenzo Antolini, segretario PD Andria
Redazione 20 Giugno 2011 notizie
Andria, le menzogne del centrodest​ra sul bilancio e sui debiti


“Delle due l’una, o hanno una gran faccia tosta a negare l’evidenza ed a sostenere l’indifendibile, oppure hanno soltanto ritrasmesso il solito disco rotto delle responsabilità che non sono mai loro, dei debiti del passato, senza neanche leggere la proposta di bilancio di previsione approvata dalla giunta”. E’ questo il commento di Vincenzo Antolini, segretario del PD di Andria, alle note stampa diffuse dai consiglieri di maggioranza, che sostengono l’amministrazione Giorgino, in risposta alle dure critiche delle opposizioni.

“Saremo anche catastrofici e catastrofisti, ma a governare alzando le tasse sono capaci tutti, ma finora da questa destra emerge soltanto incapacità”- continua Antolini rincarando la dose- “E sono loro a mistificare ed a parlare per slogan, perché noi parleremo con i numeri scritti nero su bianco.
Prendiamo come base l’ultimo conto consuntivo 2009, ultimo anno di amministrazione di centrosinistra, approvato da questa maggioranza, che si è assunta, quindi, la responsabilità politica della veridicità dei conti, se i conti fossero stati falsati come dicono quelli del Pdl, allora non si capisce perché abbiano approvato un bilancio consuntivo falso”.

Antolini prosegue snocciolando i numeri del bilancio di previsione 2011 e raffrontandoli con il 2009: “Nel conto consuntivo 2009 c’erano oltre 11 milioni di Euro di avanzo di amministrazione, in parte utilizzati per coprire i famosi debiti fuori bilancio lo scorso anno, in parte utilizzato per coprire già nel 2010 spesa corrente.
Avevano sostenuto che l’avanzo di amministrazione fosse tutto teorico, e proprio per cautela le nostre amministrazioni non lo hanno mai utilizzato per coprire la spesa corrente, invece De Feo lo ritiene tanto solido da utilizzarlo anche nel 2011 per coprire spesa corrente.
Dal conto consuntivo 2009 alla bozza di bilancio di previsione 2011 c’è un aumento di spesa corrente di quasi 15.000.000 di Euro (+32%), la maggior parte dei quali dedicati a generiche prestazioni di servizi in tutti i settori.Sempre dal conto consuntivo 2009 alla previsione 2011 ci sono 6 milioni di Euro di minori trasferimenti dallo Stato.
Per contro nello stesso periodo c’è un considerevole aumento di trasferimenti vincolati alla spesa sociale da parte della Regione Puglia, che ha premiato il buon lavoro delle amministrazioni di centro-sinistra negli anni scorsi, tutti da destinare, perché vincolati, in maggiore spesa nel sociale. E questo non per una scelta di De Feo e Giorgino, come vogliono far credere quelli della maggioranza.
Queste sono le cifre e non delazioni”.

“Stanno millantando che gli aumenti della tassazione siano necessari per coprire debiti vecchi, niente di più falso, servono per coprire tutte le nuove spese. Stanno millantando che avremmo dovuto adeguare la Tarsu dal 2003 per legge, ma si tratta di un termine ordinatorio e non perentorio, tanto che non ci sono sanzioni per chi non si adegua a questa norma.
Rivendichiamo con orgoglio di non aver aumentato per tanto tempo una tassa poco equa, che colpisce indiscriminatamente poveri e ricchi, e nonostante questo di aver lasciato i conti in ordine.
Non solo, riteniamo scandaloso aumentare la Tarsu fin tanto che non sarà migliorato sensibilmente il servizio di raccolta e smaltimento”.
Antolini conclude invitando tutti i cittadini a seguire con attenzione i consigli comunali sul bilancio della prossima settimana, “perché certe dichiarazioni vanno supportate con i numeri, e la spesa corrente con questa amministrazione è del tutto fuori controllo”.

Link utili

Articoli recenti

Blog Archive