Sospensione degli incarichi dirigenziali, Giorgino dia le dovute spiegazioni alla cittadinanza

Nota del coordinamento cittadino Italia dei Valori
Redazione 17 Ottobre 2011 notizie
Sospensione degli incarichi dirigenziali, Giorgino dia le dovute spiegazioni alla cittadinanza


A proposito della sospensione degli incarichi dirigenziali viene da dire che il comune è stato commissariato, ma non dal Prefetto, bensì dal Sindaco.

Ogni giorno che passa conferma sempre più l'opinione che la mossa di esautorare i dirigenti comunali non è altro che la foglia di fico che copre il vero obiettivo del Sindaco e, cioè, delegittimare gli assessori; forse non tutti, ma qualcuno certamente sì.

Ed ecco che non avendo probabilmente la forza politica per sfiduciarne solo qualcuno li ha sfiduciati tutti.

Ora chiediamo al signor Sindaco: visto che ha scaricato tutte le responsabilità sui dirigenti e sui funzionari che Lei stesso ha movimentato e avendo avocato a sé tutti i provvedimenti, cosa fanno tutto il giorno gli assessori a cui paghiamo lauti stipendi? Stiamo per caso pagando ben dieci assessori per non fare niente?
Invece ai signori assessori diciamo: se avete ancora dignità, DIMETTETEVI! Infatti è il vostro Sindaco a dire che non siete buoni a nulla.

Diceva un importante uomo politico nazionale che a pensare male si fa peccato ma tante volte ci si azzecca.

Quindi le chiediamo Sig. Sindaco: chi nella sua maggioranza si sta muovendo per vie diverse da quelle tracciate? E per quali motivi?

La lezione dell'ex unto dal Signore ha fatto scuola anche ad Andria, visto che la colpa non è mai di chi governa ma a turno dei comunisti, dei poteri forti e così via. Questa volta è toccato ai dirigenti e ai funzionari e perchè nò, visto che ci siamo, estendiamo pure la colpa a tutti i dipendenti comunali.

La verità è che alla decenza e alla mancanza di serietà non c'è limite; gli assessori sfiduciati non chiedono spiegazioni e la maggioranza non chiede di conoscere i fatti gravi che hanno indotto il sindaco a un passo così grave. E la città, ci chiediamo, non ha forse il sacrosanto diritto di conoscere chi sono questi supposti felloni che remano contro la città? E quando il sindaco si deciderà ad entrare nel merito delle gravi accuse mosse alla macchina amministrativa comunale, facendo nomi e cognomi e denunciando gli episodi concreti di depistaggio? Se non lo farà al più presto, nascondendosi nuovamente dietro generici proclami allusivi di episodi di cui non si racconta nulla, allora sarà confermato che abbiamo a che fare con una classe politica di centro destra che sta dimostrando ancora una volta la propria inconsistenza e una totale mancanza di dignità personale che non può altro che nuocere alla nostra città.

Coordinamento cittadino Italia dei Valori

Link utili

Articoli recenti

Blog Archive