Aerhios Canosa - Atletico Andria 3-6

Atletico Andria seconda classificata. Ora i play-off contro l'Olimpia
Redazione 21 Aprile 2009 altrisport 1441
Aerhios Canosa - Atletico Andria 3-6


Continua la marcia trionfale dell’Atletico Andria, che sbarazzandosi dell’Aerhios Canosa , chiude il campionato al secondo posto.
Giornata grigia, ventilata e piovosa, ma tutto ciò non serve all’Atletico Andria che mette a sedere anche l’Aerhios Canosa con un secco 6 a 3.
Inizio di gara opaca per entrambe le compagini fino al 9’ minuto di gioco, quando Molfetta si inventa una punizione gioiello che si infila alla spalle dell’estremo difensore locale, siglando cosi la sua prima rete dopo cinque anni di attività agonistica. Passano 50 secondi e i gialloblu vanno vicini al raddoppio con Tesse che calcio debolmente tra le braccia del portiere; al primo affondo locale, l’Aerhios trova il gol del pareggio, riceve palla De Laurentis che apre sulla fascia per Scarcelli che trova libero in aria Donatino che non sbaglia.
La reazione andriese non tarda ad arrivare, un minuto dopo cavalcata sulla fascia sinistra di Tesse, palla in aria per Pasculli che si fa anticipare dal portiere; al 16’ recupera palla Tesse entra in aria e viene atterrato fallosamente dal portiere, secondo l’arbitro tutto regolare tra le proteste ospiti; al 20’ arriva il nuovo vantaggio gialloblu con Berardino che fa esplodere un destro dai 16 metri imprendibile per il portiere.
L’Aerhios accusa il colpo e gli andriesi provano a chiudere la gara, al 23’ palla in profondità per Pasculli che a tu per tu con il portiere si fa ipnotizzare. Al 26’ Tesse calcia alto da posizione favorevole, al 28 Pasculli ancora una volta lanciato a tu per tu con il portiere, stavolta tenta un pallonetto ma e facile presa del portiere; al 35’ Tesse viene atterrato in aria, l’arbitro assegna un calcio di rigore tra le proteste canosine, dal dischetto si presenta Cagnetti che non sbaglia la rete del 1 a 3; al 41’ il gol dell’eventuale ko, azione personale di Berardino palla in aria e stavolta Pasculli non sbaglia tornando al gol dopo mesi di astinenza. L’Aerhios prova a reagire con un’azione pericolosa di Scarcelli, ma il sempre attento Cristiani mostra al pubblico i suoi riflessi.
La ripresa inizia nella falsa riga del primo tempo, con gli andriesi sempre pericolosi, al 7’ ci prova con un calcio di punizione Loconte, tanta potenza e poca precisione; al 12’ esterno destro di Cagnetti fuori di un soffio; al 16’ contropiede gialloblu cagnetti entra in aria, a tu per tu con il portiere serve Tesse che non può far altro che spingere la palla in rete per il gol del 5 a 1.
Al 22’ l’Aerhios reagisce e trova la rete del 5 a 2 con Patruno che si inventa uno splendido pallonetto imparabile per Cristiani; l’Atletico non ci sta a subire il ritorno dei locali, e torna in attacco, al 24’ colpo di testa di Tesse alto sulla traversa; al 30’ cross in aria di Berardino per Tesse che calcia a colpo sicuro ma la palla s’infrange sulla traversa, gol sbagliato e gol subito, contropiede canosino e Larosa atterra fallosamente Patruno, calcio di rigore indiscutibile che lo stesso Patruno trasforma accorciando le distanze.
Tornano subito in avanti gli uomini di mister Di Teo, al 35’ vanno vicini al gol, Loconte per Attimonelli, cross in aria per Berardino che calcia la palla tra le braccia del portiere; al 37’ tiro dalla distanza di Loconte alto sulla traversa; al 38’ l’azione più ghiotta, calcio di punizione insidioso di Loconte, miracolo del portiere che non trattiene, tiro al bersaglio di Tesse due volte, Civita due volte, e ancora Loconte, ma la difesa giallo nera si salva con un po’ di fortuna; al 44’ arriva il meritato sesto gol, Cagnetti assist man serve Berardino, colpo sotto del capitano che sigla la sua doppietta.
Ci ha provato l’Aerhios, ma la superiorità tecnica degli andriesi è notevole.
Grande gioia per il presidente Tattolo e tutto la staff che grazie a questa convincente vittoria aggancia la seconda posizione in classifica. Mister di Teo continua a sorprendere conquistando l’ottava vittoria su nove partite disputate; domenica meritato riposo, poi tutti in campo contro l’Omnia Bitonto( guarda caso l’unica squadra che è riuscita a battere mister Di Teo) gara valevole per l’andata dei play-off. I gialloblu hanno una grossa occasione per conquistare un obbiettivo che a non molti è riuscito, centrare la promozione al primo tentativo.

GIULIANO MIANI
(ADDETTO STAMPA ATLETICO ANDRIA 2008)

AERHIOS CANOSA
Gissi, Somma(Lapia), Scarcelli, Zingaro, Basile(Novelli), Sansonna, Piazzolla(Angione), Donatino(Leone), Patruno, De Laurentis, Lorusso(Sergio). A disposizione: Colagiacomo, Frinquello. Allenatore: Sorrenti.

ATLETICO ANDRIA
Cristiani, Paradiso L.(Campana), Alicino, Molfetta (Loconte), Troia, Paradiso D.(Larosa), Suriano(Civita), Cagnetti, Pasculli(Attimonelli), Berardino, Tesse. A disposizione: Di Tacchio, Coratella. Allenatore: Di Teo.

RETI: 9’pt Molfetta, 11’pt Donatino, 20’pt Beradino, 38’pt Cagnetti RIG, 41’pt Pasculli, 16’st Tesse, 22’st Patruno, 33’st Patruno RIG, 44’st Berardino.
AMMONITI: Troia.
ESPULSI: De Laurentis.

Link utili

Articoli recenti

Blog Archive