Rimini - Andria 2-1

Quando la fortuna ti volta le spalle!
Redazione 13 Settembre 2009 calcio 1181


“Romeo Neri” stregato per l’Andria. Nemmeno una, davvero, buona prova dei ragazzi di mister Biagioni, giocata al cospetto del blasonato Rimini, squadra reduce dalla serie cadetta persa ai play-out, è sufficiente per sbloccare lo zero in classifica nella colonnina dei punti. Sembra quasi che la dea bendata abbia voltato le spalle alla compagine andriese, visto che la rete di Frara arrivata a tempo ormai scaduto, non rende giustizia ad un match che se fosse finito con un 2 in schedina, non avrebbe gridato di certo allo scandalo, figuriamoci sul risultato di parità.


La gara è stata bella e suggestiva per tutti i 95 minuti. Le due squadre si presentavano con stimoli diversi ma con la stessa voglia di battere cassa. L’Andria cerca nella trasferta emiliana i primissimi punti utili alla classifica; i crociati dal canto loro, cercano nella gara odierna di ingranare la marcia giusta per decollare in campionato, visto che sono una delle compagini più accreditate alla vittoria finale e quell’uno in classifica li offusca un tantino.


L’inizio del match è scoppiettante. Dopo 9 minuti il risultato è già sull’1 a 1. Docente porta il Rimini in vantaggio al 5’, partendo sul filo del fuorigioco e mettendo alle spalle di Mennella in uscita. L’Andria risponde 4 minuti dopo con Goisis, che di testa su un cross delizioso di Nicolao mette il pallone alle spalle di Pugliesi.


Dopo i due acuti la partita continua la sua corsa su questi binari, dimostrandosi avvincente e vivace. Margarita su punizione va vicino alla marcatura; Frara dall’altra parte, al 28’ tira a botta sicura verso la porta di Mennella ma la sua conclusione è stoppata da Sibilano. L’occasione più nitida del primo tempo capita però al 41’sulla testa di Maccan che, su un cross dalla destra di Ceppitelli, non inquadra lo specchio della porta. Mani nel capelli da parte dell’attaccante e di tutta la panchina andriese. Con questa emozione dopo un solo minuto di recupero le due squadre vanno al riposo.


La ripresa ha lo stesso copione del primo tempo. La gara non perde d’intensità e le due squadre si rendono pericolose già in avvio. Docente, come in occasione della rete, scatta sul filo del fuorigioco e si presenta solo davanti a Mennella che questa volta è bravo a sbarrargli la strada sventando la minaccia. Risponde per l’Andria Maccan, che colpisce di testa su un cross proveniente dalla sinistra, esaltando i riflessi di uno strepitoso Pugliesi. Da una parte e dall’altra le due compagini non tirano il freno a mano e giocano a viso aperto; i cambi operati da Biagioni e Melotti, dimostrano tutta la voglia di vincere che hanno entrambi i trainer; le occasioni migliori però sono tutte di marca andriese: prima con Dionigi che prova a sorprendere l’estremo di casa con una repentina girata, poi con Doumbia che imbeccato da Anaclerio si trova solo in area ma in entrambe le occasioni Pugliesi dimostra di essere un portiere di categoria superiore, sventando entrambi i pericoli. Nel finale di gara, sale la stanchezza e per poco il Rimini non ne approfitta subito con il solito Docente, che servito in area da Giacomini, non si coordina al meglio per l’ostruzione regolare di Nicolao e il suo tiro termina alto. Proprio quando la partita sembrava incanalarsi sull’1 a 1, arriva l’inimmaginabile. All’ultimo secondo utile dei 5 minuti di recupero decretati dal signor Pagano il Rimini trova il colpo del ko con Frara che devia in rete un cross dalla sinistra di Catacchini facendo esplodere di gioia i sostenitori di casa e gettando nello sconforto più totale la panchina e i supportes andriesi.
Appuntamento tra 7 giorni al Degli Ulivi, dove arriverà il Cosenza.

Ufficio Stampa As.Andria

Guarda le foto -->>

Guarda il video -->>

Link utili

Articoli recenti

Blog Archive