Materdomini Castellana - Manzoni Sport Andria 3-1

La Manzoni Sport Andria ha dato bella mostra di sé in questa partita, nonostante la sconfitta
Redazione 23 Novembre 2009 altrisport
Materdomini Castellana - Manzoni Sport Andria 3-1


Mimmo Carbonara è costretto a rivedere la formazione titolare, viste le assenze forzate del capitano Fabio Spescha, bloccato da un piccolo stiramento e all’assenza di Stefano Massaro, bloccato dalla febbre. Così il tecnico andriese mette in campo Napolitano come alzatore; Dileo libero; Milano e Civita laterali; Lanzone e Matera centrali. Il primo set è un’insieme di belle azioni e fraseggi spettacolari, da parte andriese. La Manzoni sembra soffrire un po’ in seconda linea, ma è brava a mantenersi sempre in vantaggio sugli avversari. Il set si conclude 23-25 per gli andriesi. Il secondo set vede subito il Materdomini in vantaggio (4-6). Ma la Manzoni non ha nessuna intenzione di mollare la presa e pareggia subito i conti: da questo momento il set è giocato punto su punto. Il Materdomini cerca di allungare il proprio vantaggio sugli avversari, ma la compagine andriese non molla, e nonostante qualche problema in difesa è brava a recuperare lo svantaggio. Ottima prova in questo set soprattutto dei giovanissimi che con grinta e coraggio mostrano tutta la loro voglia di non arrendersi mai. Sul finale di set però l’Andria perde un po’ di concentrazione e così il Materdomini allunga e chiude il set sul punteggio di 25-18. Il terzo set inizia bene per gli andriesi: Porro regala subito il primo punto del set ai suoi compagni. Le squadre in questo inizio di set giocano in modo equilibrato: entrambe sbagliano molto ed entrambe danno mostra di grande capacità tecnico agonistiche. Vito Matera è l’autore in un punto eccezionale: buca il muro del Materdomini e con una diagonale fa cadere la palla nell’angolino degli avversari dove nessuno poteva far nulla. Ma i brividi andriesi in questo set finiscono qui: il Materdomini si riporta in netto vantaggio, la Manzoni soffre soprattutto in fase di ricezione, ma cerca di non regalare niente agli avversari. Ma tanto non basta e il set finisce 25-14. Mimmo Carbonara e Fabio Spescha cercano di ridare concentrazione e grinta, soprattutto ai più giovani in campo. Il quarto set inizia bene per la Manzoni che si porta subito sul punteggio di 1 a 3. Ma il Materdomini recupera nuovamente soprattutto grazie a Lomurno che è sicuramente il giocatore che con le sue schiacciate, ha fatto più male agli andriesi. Mimmo Carbonara fa esordire in questo set due giovanissimi: Francesco Lamorte ed Enrico Fortunato che hanno ben figurato in questa prima partita assoluta in serie C. Sul punteggio di 14-14 il Materdomini mette di nuovo la marcia veloce e sorpassa la Manzoni che continua a mostrarsi grintosa e combattiva ma ad avere la meglio è sempre il Materdomini che porta a casa anche il quarto set sul punteggio di 25-21. Il risultato lascia un po’ l’amaro in bocca in casa Manzoni, ma gli occhi di chi ha guardato la partita, raccontano una grande prestazione soprattutto dei più giovani che mostrano un’intelligenza tecnica ed agonistica da grandi campioni. La Manzoni così resta a 6 punti e mantiene l’ottavo posto in classifica. Prossima avversaria sarà l’Orchidea Olympia Volley Rutigliano, reduce da una vittoria contro il Giovinazzo e che al momento è quarta in classifica.

Link utili

Articoli recenti

Blog Archive