Nocerina - Andria 1-0

Biacoazzurri penalizzati da un errore del portiere
Redazione 03 Ottobre 2010 calcio


Nonostante una prestazione superba della squadra, condita soprattutto da un secondo tempo ad alto livello per grinta e voglia e occasioni da rete create, l’Andria non riesce a portare a casa un risultato positivo dalla trasferta campana contro la Nocerina. Al termine di 90 minuti intensi e giocati a tutto campo, i ragazzi di mister Papagni non sono riusciti ad uscire indenni dalla 4^ trasferta del campionato ma complici anche i risultati delle altre contendenti, non si sposta di tanto la posizione in classifica dei biancoazzurri.

Papagni, dopo l’ottima prova di domenica scorsa, lancia dal primo minuto Doumbia sulla sinistra, a fianco di Chiaretti e Arcidiacono così da comporre un trio offensivo alle spalle dell’unica punta Carminati. Per il resto gli interpreti in campo non cambiano. La Nocerina, dall’altra parte, scende in campo con uno spregiudicato 3-4-3, che fa del possesso palla e delle verticalizzazioni la sua arma migliore.

PRIMO TEMPO: Nocerina pimpante, Andria attendista ma pronta a colpire. Potrebbe essere riassunta così la prima frazione di gioco al “San Francesco” di Nocera Inferiore. Dopo pochi minuti Castaldo fa sobbalzare i supporters biancoazzurri con una conclusione che chiama al grande intervento Spadavecchia. Passano 2 minuti e ancora il numero 9 nocerino conclude a rete, ma la palla è alta. L’Andria, dopo alcuni minuti di stallo, riesce a prendere le misure all’avversario e a proporsi progressivamente dalle parti di Gori. Al 10° Chiaretti è il primo biancoazzurro che crea un’occasione pericolosa, ma il suo diagonale è deviato in angolo dall’estremo di casa. Il pressing dei ragazzi di Papagni si fa insistente e al 24°, per poco, un colpo di testa di Berretti non sorprende Gori, bravo a deviare in angolo la sua conclusione. Un nuovo sussulto lo regala al 31° Paolucci, che con un calcio di punizione per poco non beffa Gori, bravo a non farsi sorprendere. Il finale è abbastanza statico, con l’unica conclusione versa la porta dell’Andria ad opera del nocerino Cavallaro, ma l’attentissimo Spadavecchia non si fa sorprendere e blocca facilmente. Dopo 2 minuti di recupero si va al riposo col seguente parziale: Andria 0 Nocerina 0.

SECONDO TEMPO: Nella ripresa, l’Andria si presenta in campo determinata e arrembante, e i risultati non tardano ad arrivare. La grinta andriese si fa sentire in campo, con i padroni di casa che per almeno 20 minuti non riescono nemmeno a superare la metà campo. Carminati al 4° prova a spaventare Gori, ma la sua conclusione è alta sulla traversa. Entra Lacarra proprio per Carminati con l’obiettivo di dare più peso al reparto avanzato e la sua presenza in campo si fa sentire. Scocca il minuto numero 16 quando Ceppitelli va sul fondo e crossa al bacio proprio per l’ariete biancoazzurro, ma la sua girata termina a lato di poco. Il buon momento andriese è spezzato solo per un attimo da Galizia che al 19° prova la conclusione a rete, ma Spadavecchia blocca attento. I padroni di casa stenta a reagire e l’Andria preme sull’acceleratore per cercare il gol che potrebbe sbloccare la gara, ma come spesso accade negli ultimi tempi, la fortuna volta le spalle ai biancoazzurri. Il minuto numero 30 risulterà quello decisivo: un tiro di Castaldo, complice il terreno in non perfette condizioni, rimbalza in malo modo davanti a Spadavecchia che non riesce ad intervenire al meglio e la sfera termina in rete per il vantaggio dei padroni di casa. La doccia è più che gelata; l’undici andriese non ci stà, il risultato è immeritato, e allora diventa un assedio alla porta rossonera. Tra il 36° e il 37° i due centrali andriesi si trasformano in attaccanti aggiunti e provano a scardinare la via della rete, ma un super Gori neutralizza entrambi i tentativi. Entra il ceco Nulicek a dare più sostegno in avanti, ma la sostanza non cambia. Dopo 5 minuti di recupero cala il sipario su una sconfitta che, brucia tantissimo, ma per quanto visto in campo non c’è da dormire tranquilli; già da domenica prossima la squadra potrà rilanciarsi tra le mura amiche del "Degli Ulivi" contro il Lanciano.

Link utili

Blog Archive