Cremonese - Andria 1-0

Sconfitta di misura allo Zini
Redazione 15 Gennaio 2012 calcio


Sconfitta di misura per l'Andria che esce battuta per 1 rete a 0 dallo stadio Zini di Cremona. Mister Di Meo mischia le carte schierando inizialmente un 4-3-3 con Menegon in porta, difesa composta da Meccariello, Cossentino, Mucciante e Di Simone, centrocampo con Evangelisti, Arini e Paolucci, attacco affidato a Comini, Del Core e al neo arrivato Russo. La Cremonese si affida ad un collaudato 4-4-2 con Musetti e Le Noci pronti ad impensierire la retroguardia andriese. Primi minuti di studio con le due squadre che lottano per accaparrarsi il dominio del centrocampo. La Cremonese, con il passare dei minuti, guadagna metri e, al tredicesimo, crea la prima occasione da goal con una girata velenosa di Musetti ribattuta da Menegon. L'Andria prova a reagire ma sono ancora i padroni di casa a rendersi pericolosi con un contropiede non finalizzato da Musetti che al momento del tiro si fa anticipare da un difensore andriese. Sul susseguente angolo, è ancora l'attaccante grigiorosso ad andare vicino al goal con un colpo di testa che termina di pochissimo a lato. L'Andria si scuote e prova a cercare la via del pareggio con Del Core al minuto 37, ma il colpo di testa dell'attaccante barese termina tra le braccia del portiere di casa. A pochi minuti dal termine del primo tempo sono i padroni di casa a rendersi pericolosi con un violento tiro di Fietta che si spegne di poco sul fondo. L'arbitro decreta la fine della prima frazione di gioco senza concedere alcun minuto di recupero.

Alla ripresa delle ostilità le due compagini entrano in campo con gli stessi 22 protagonisti del primo tempo. Pronti via e la Cremonese trova il goal del vantaggio al minuto 3 grazie ad un colpo di testa di Fietta su cross proveniente dalla destra. Gli uomini di Di Meo sembrano aver subito il goal a freddo e non riescono a reagire. Sono i padroni di casa, anzi, a rendersi più volte pericolosi prima con Le Noci, poi con Musetti e, infine, con il neo entrato Bocalon. L'Andria, con caparbietà, riesce a restare in partita e cerca, nei minuti finali, di trovare la via del pareggio alzando il baricentro della squadra. Le occasioni da goal, però, stentano ad arrivare così, dopo 3 minuti di recupero concessi dal direttore di gara, termina la gara sancendo la vittoria dei padroni da casa.

Ufficio Stampa A.S.Andria

Link utili

Articoli recenti

Blog Archive