Interramento ferrovia, primi passi

L'ambizioso progetto per eliminare i passaggi a livello in città
02 26 Novembre 2007 approfondimenti 2970


Facciamo il punto della situazione sui progetti relativi all'eliminazione dei passaggi a livello che causano quotidianamente enormi problemi e disagi.

Esistono attualmente due progetti, del tutto indipendenti tra loro: uno prevede la realizzazione di due sottopassaggi veicolari (uno in via Trani, l'altro in via Martiri di Belfiore) e l'altro, ben più amibizioso, prevede l'interramento totale della ferrovia Bari-Nord nel percorso urbano di Andria.

In relazione a quest'ultimo progetto, chiariamo alcuni punti fondamentali:
- è previsto l'interramento della linea nel centro di Andria, con la creazione di 3 nuove fermate sotterranee, stile metropolitana (Via Verdi, Piazza Trieste e Trento, Via Martiri di Belfiore).
- l'intervento prevede anche la correzione del tracciato Andria-Barletta: attualmente la linea segue un percorso tortuoso, che allunga di parecchio i tempi di percorrenza. Il tracciato sarà quindi corretto, accorciandone il percorso.
- verrà realizzato un parcheggio presso la stazione di Andria. Il parcheggio sarà realizzato in quell'area della stazione in cui fermano attualmente gli autobus e in tutta l'area inutilizzata alle spalle.
Il parcheggio di interscambio dovrebbe avere 110 posti auto.
- sarà interconnessa la ferrovia Bari-Nord alla rete RFI nazionale nella stazione di Barletta, di modo che i treni delle Ferrovie del Nord Barese possano circolare anche sulla rete nazionale e collegare Andria anche ad altre città della sesta provincia (es. Minervino e Spinazzola).

In basso un'immagine realizzata da Made in Andria con il nuovo percorso sotterraneo e le 3 fermate evidenziate.
E' bene precisare che siamo ancora nella fase dello studio di fattibilità.

Nei prossimi 2-3 anni, nel frattempo, dovrebbe essere realizzato il raddoppio della ferrovia tra Ruvo e Corato; i lavori infatti dovrebbero partire nel 2008.
In seguito toccherà anche alla tratta rimanente Corato-Barletta: ed è proprio nell'ambito del progetto di raddoppio della tratta rimanente che sono contemplate tutte le opere suddette riguardanti la nostra città. Ad occhio e croce, se tutto va bene, ci vorrà almeno una decina d'anni.

I soldi a quanto pare ci sono: 180 milioni di euro per il completamento del raddoppio, tra finanziamenti regionali e statali CIPE, di cui 8 milioni per l'interramento ad Andria; ovviamente occorreranno anni prima di vedere realizzate queste opere, però almeno il tortuoso iter burocratico ha cominciato, pian piano, a muoversi.

Si discute inoltre della sorte del sedime ferroviario che sarà dismesso una volta realizzato l'interramento: si era parlato della realizzazione di una seconda linea di tram che utilizzasse i vecchi binari o, in alternativa, di una enorme pista ciclabile nel cuore della città.

Tutt'altro progetto riguarda invece la realizzazione di due sottopassaggi, uno in via Trani (Largo Torneo), l'altro in via Martiri di Belfiore: anche qui siamo ancora nella fase dello studio di fattibilità.

Tale progetto è tuttavia del tutto autonomo ed indipendente dal progetto riguardante l'interramento; per cui andranno avanti parallelamente e saranno realizzati in tempi diversi.

Si spera infatti che i due sottopassaggi possano vedere la luce in tempi più "ragionevoli" rispetto all'interramento. A lato potete vedere una immagine relativa allo studio di fattibilità del sottopassaggio di via Trani.

 

Adam Monroe

Link utili

Articoli recenti

Blog Archive