BAT: la situazione attuale

Al momento c'č un perfetto equilibrio nella ripartizione
02 12 Dicembre 2007 approfondimenti


Una premessa: pensiamo che ridurre il processo di istituzione della nuova provincia ad una squallida lotta per la ripartizione di uffici sia limitante e svilente.
Vogliamo credere che l'istituzione della provincia possa essere un'opportunità per il nostro territorio e non solo una stupida lotta fratricida in cui vince chi riesce ad accaparrarsi più uffici.
Certo è un aspetto importante, è inutile negarlo, ma ridurre tutto solamente a questo ci sembra sbagliato, anche in considerazione degli atteggiamenti "da stadio" dei due schieramenti.

Pertanto riteniamo che lo "spettacolo" messo in scena negli ultimi giorni sia degradante ed umiliante per tutti.

Gran parte della colpa di questa penosa situazione è di coloro che hanno esacerbato gli animi, focalizzando l'attenzione di tutti sulla Prefettura (con slogan, manifestazioni, illazioni) ed alzando i toni del contrasto tra Andria e Barletta.
Quasi che PROVINCIA = PREFETTURA.
La gente comune, senza nemmeno sapere a cosa serve e quali funzioni svolge, è stata convinta del fatto che la Prefettura dovesse a tutti i costi essere assegnata alla propria città, altrimenti sarebbe cascato il mondo.

Inoltre il documento dei Sindaci che prevedeva la dislocazione (provvisoria) della Prefettura ad Andria era stato pensato in vista della realizzazione della cittadella. Una volta saltato il progetto-cittadella (purtroppo dimostratosi irrealizzabile in concreto), anche quella ripartizione è venuta meno, perchè è venuto meno il presupposto su cui si fondava.

Che la Prefettura vada pure a Barletta...ci sono uffici molto più utili, la Prefettura è un "simbolo", un riconoscimento storico, ed è giusto che vada nella città che da più tempo si è battuta per istituire questa provincia. Quanti di voi lettori nella vita hanno avuto necessità di recarsi presso la Prefettura di Bari per degli adempimenti burocratici? E' un ufficio così utile e così importante per i cittadini? Accade così di frequente di recarsi in Prefettura? No, è soprattutto un "simbolo".

Nonostante in questi ultimi giorni non si faccia altro che gridare allo "scippo", all'egemonia di una città sull'altra, la verità è che la situazione attuale della distribuzione degli uffici sul territorio è equilibrata.

In basso potete trovare un grafico che evidenzia la situazione attuale, quella vera.


Visualizzazione ingrandita della mappa

Come potete vedere, al momento nessuna città ha ottenuto molto di più rispetto alle altre. Nella mappa sono evidenziati solo gli uffici già designati in maniera ufficiale, tra cui quelli decisi con il recente Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri.

E' bene precisare che gli organi provinciali (presidenza, consiglio, giunta) non sono stati ancora assegnati, nemmeno a titolo provvisorio, a nessuna città, quindi non è giusto considerarli già assegnati all'una o all'altra.
Tra l'altro questa assegnazione non è di competenza del Governo, bensì esclusivamente del Consiglio Provinciale stesso, nel momento in cui verrà eletto, nel 2009.

Qual è dunque il problema vero?

Il rispetto della policentricità o meno si vedrà solo in quel momento, quando il Consiglio provinciale deciderà sulla dislocazione degli uffici provinciali: se questi ultimi verranno collocati in maniera prevalente in una sola città, non sarà realizzato alcun policentrismo, la presa in giro della BAT sarà stata perpetrata, il policentrismo cancellato e di fatto sarà realizzata la provincia di Barletta. Ma questo rischio ci sarà solo nel 2009, non adesso. Ovviamente ci sarà da vedere se questo succederà...

Al momento, non mi sembra che nessuna città stia prevalendo sulle altre. Quindi non c'è alcun motivo di scaldarsi, nè da una parte nè dall'altra.

Adam Monroe

Link utili

Blog Archive