Manca la manutenzione in pineta; muoiono decine di alberi

Sono durati il tempo di una stagione
Vincenzo Fasanella 18 Gennaio 2008 approfondimenti 1740


Causa la nevicata del Gennaio 2006, in città furono abbattuti decine e decine di pini, poichè a detta di chi ne ordinò la soppressione, sarebbero potuti cadere da un momento all'altro sotto il peso della neve.

Fu la pineta comunale a subire il maggior accanimento delle seghe.
In quell'occasione fu detto, dagli amministratori competenti in materia, che, terminata la rimozione dei rami e delle radici delle piante tagliate, sarebbero stati piantati nuovi alberi, più prestigiosi ed in numero più considerevole.

Bene, la promessa fu mantenuta. Infatti, dopo qualche mese, nella pineta furono piantati una quarantina di nuovi alberi. Non tutti sanno però che le piante, per vivere, hanno bisogno di acqua e di manutenzione, non basta solo mettere delle radici nella terra e poi farle vivere di rendita. Queste mancanze oggi ci portano a constatare la morte di circa il 90% dei nuovi alberi.
Risultato? Soldi spesi per segare e rimuovere gli alberi, soldi spesi per comprare e piantare i nuovi alberi: il tutto per avere meno verde in pineta.

Non sempre si spendono soldi per migliorare le cose, ma per peggiorarle!


albero morto albero morto

albero morto

Link utili

Articoli recenti

Blog Archive