Villa comunale: un massacro continuo

Abbattuti numerosi pini secolari
Vincenzo Fasanella 12 Febbraio 2009 approfondimenti 1960


Ormai è chiaro: il nemico N 1 degli alberi ad Andria è l’Amministrazione Comunale. Gli ultimi in ordine di tempo a subire le “seghe” di qualche personaggio senza alcuna sensibilità sono stati i pini della villa comunale.
Abbattuti in massa: così è stato consumato un vero e proprio scempio alla dignità della natura; un colpo al cuore di chi il verde lo ama e lo vive.
Da anni si assiste al continuo massacro dell’unico polmone verde della nostra città: è facile constatare a riguardo come, rispetto a qualche anno fa, il numero degli alberi presenti in villa è stato dimezzato.

Questa volta il pretesto per l’abbattimento è stato dato da un albero che, a causa del cattivo tempo e delle piogge dei giorni scorsi, risultava pericolante. Così a fronte di un albero sradicato ne sono stati abbattuti una decina in buone condizioni. Prese dalla foga e dallo zelo per la salvaguardia dei cittadini, infatti,le motoseghe si sono avventate su innocue piante , le quali l’unica cosa di cui avevano bisogno era una normale manutenzione.

Piante che vivono sotto il peso di enormi rami che hanno bisogno di potatura.
Così mentre l’incuria dei cittadini è motivo per l’eliminazione sistematica delle siepi perimetrali delle aiuole, la protratta mancanza di manutenzione diventa causa prima di recisioni di alberi che si sarebbero potute evitare.

E non si tratta, per questo fenomeno, solo della villa, anche se questa ne è l’esempio più eclatante, in quanto anche in altre zone e in altre occasioni è prevalso l’uso dell’abbattimento; si preferisce eliminare il verde piuttosto che programmare una manutenzione adeguata.

Non sembra questa una cultura volta all’ambiente e alla sua tutela; inoltre quest’ultimo episodio fa riflettere su come risulterà la villa, nel futuro più immediato,.in attesa dello spostamento del mercato settimanale, e della realizzazione, che da quello dipende, di una nuova zona verde su quella attuale, e che visti i tempi dell’Amministrazione Comunale potrà essere messa in opera tra qualche decennio.

Nel frattempo, però , si può cominciare ad eliminare, nel breve periodo, il verde esistente; quel verde che dovrebbe, anche, difenderci dall’inquinamento dilagante.
Questo è infine il piano attuato e il solo attuabile da un’Amministrazione pigra e indolente,che in risposta all’incremento di emissioni nocive in atmosfera, taglia gli alberi che ci riforniscono di ossigeno.

Non serve avanzare progetti e mirare prospettive a lungo termine quando, di fatto, quello che resta ad Andria è solo qualche appezzamento di prato senza piante, aiuole con alberi tagliati e parchi incolti.

madeinandria.it

madeinandria.it

madeinandria.it

madeinandria.it

madeinandria.it

Link utili

Articoli recenti

Blog Archive