PD Andria: no a diminuzione a 1000 euro della fascia di esenzione per la mensa scolastica

Intervento del segretario cittadino del PD Sebastiano Cicciarelli
Redazione 10 Aprile 2009 notizie 751
PD Andria: no a diminuzione a 1000 euro della fascia di esenzione per la mensa scolastica


In seguito agli approfondimenti effettuati in commissione consiliare abbiamo appreso della proposta del settore Pubblica Istruzione di ridurre le soglie di esenzione relative al servizio di mensa scolastica.
Infatti nell’allegato cinque del bilancio di previsione, al vaglio del consiglio comunale, che regolamenta le tariffe dei servizi a domanda individuale per l’anno 2009, si determinano le fasce di esenzione e l’unica fascia di esenzione totale è prevista i soli ISEE inferiori a mille euro, invece fino allo scorso anno la fascia di esenzione totale era prevista fino a tremila euro di ISEE.
E’ del tutto evidente che questo tipo di impostazione danneggia le fasce più povere di popolazione i cui bambini in età scolare usufruiscono della mensa scolastica.

Il Partito Democratico di Andria è contrario a questa proposta avanzata, ed approvata nel gran calderone del bilancio senza un adeguato approfondimento in giunta, dal settore Pubblica Istruzione, che seppure ha previsto una riduzione parziale della tariffa per il servizio mensa dal secondo figlio fruitore, non può pensare di far gravare dei costi maggiori proprio sui ceti più colpiti dalla crisi economica.

Evidentemente l’assessore Farina o ha già dimenticato le sue origini culturali di centrosinistra oppure era troppo impegnato nella sua campagna elettorale, e nel concedere patrocini a manifestazioni organizzate per amici e parenti, per rendersi conto di tale grave proposta.

Pertanto il gruppo consiliare del PD si impegna a formulare adeguato emendamento al bilancio comunale affinché vengano ripristinate le soglie di esenzione che erano in vigore finora ed a prevedere l’esenzione automatica dal pagamento del servizio mensa per i nuclei familiari che dovessero trovarsi nel corso dell’anno scolastico in sopravvenute condizioni economiche difficoltose, ovvero nel caso in cui il capofamiglia perda improvvisamente il posto di lavoro ed in altri casi similari.

Il Partito Democratico di Andria è da sempre stato dell’avviso di offrire più servizi e più opportunità ai cittadini, piuttosto che privilegiare spettacoli e spettacolini per pochi intimi e soprattutto in questo periodo di particolare contingenza economica sarà più giusto rinunciare a manifestazioni voluttuarie, piuttosto di prevedere nuove entrate a scapito delle famiglie andriesi per di più meno abbienti.

Il segretario del PD di Andria
Sebastiano Cicciarelli

Link utili

Articoli recenti

Blog Archive