Anche il territorio di Andria interessato dalla...mal'aria

Intervento di Savino Montaruli sull'insopportabile cattivo odore, avvertito anche nel territorio andriese
Redazione 04 Settembre 2009 notizie 1036
Anche il territorio di Andria interessato dalla...mal'aria


In verità la situazione non è affatto nuova ma ora sta diventando insostenibile.
Mi trovo da qualche settimana in una residenza in Contrada Torricciola, nel territorio andriese, a pochi chilometri dal Santuario S. M. Dei Miracoli, ove ha anche sede provvisoria il nuovo Ente provinciale Bat, sulla S.P. 124 che attraversa via Canne della Battaglia, direzione Barletta.
Non è la prima volta che accade ma da qualche tempo la situazione sta diventando insopportabile. Nella fattispecie, durante la serata di giovedì 20 agosto scorso, il fetore acre e persistente ha letteralmente invaso l’intera zona, tanto da costringere me, i miei familiari ed i miei ospiti a dover rientrare immediatamente in villa e restare “rinchiusi” per ore.
Anche negli anni passati avevamo riscontrato tale disagio e la causa di ciò era sempre stata presumibilmente addebitata a qualche depuratore comunale nella zona o discarica pubblica.
Quello che è accaduto giovedì 20 agosto, però, ha dato l’idea che il problema non poteva essere così circoscritto ma avrebbe potuto avere origini molto più importanti.
La notizia che l’intera città di Barletta è stata anche invasa dal cattivo odore, quindi, conferma i miei timori e chiedo, anche a nome dei tantissimi residenti della Zona S.M. Dei Miracoli di Andria e della Contrada Torricciola, che anche il Comando della Polizia Municipale e gli altri Enti ed Autorità preposte del comune di Andria diano avvio ad i dovuti accertamenti per verificare le cause dell’insopportabile cattivo odore e punisca gli autori di eventuali inosservanze delle vigenti normative in materia ambientale.
Mi auguro che nessuno possa giustificare quanto sta accadendo come ha fatto la gentile Assessora alle Politiche Ambientali del comune di Barletta, Caterina Dibitonto, la quale è intervenuta con un semplice e disarmante “non tutte le puzze sono dannose alla salute”.
All’Assessora rispondo così: proprio la sera di giovedì 20 agosto scorso, “la sera delle puzze”, ero in compagnia di un nutrito gruppo di amici e parenti provenienti dal Veneto e li stavo sollecitando ad una visita nel territorio della nuova provincia Bat, compreso il comune di Barletta.
All’arrivo del “ciclone puzzolente” sono stato costretto a cambiare discorso.
Cara Assessora. Tutte le puzze sono molto dannose al territorio, al turismo e a tutti noi.
Vogliamo continuare a minimizzare?
Lo faccia pure Lei.
Io non ci sto, chiaro?

Link utili

Articoli recenti

Blog Archive