Provincia BAT: dalla lotta dei campanili a quella dei balconcini e culotte

Intervento dell'Associazione Culturale Libertà è Partecipazione Andria
Redazione 19 Ottobre 2009 notizie 632
Provincia BAT: dalla lotta dei campanili a quella dei balconcini e culotte


Altro che lotte di “Campanile”, ora la guerra si combatte a colpi di balconcini e culotte.
Non è la prima volta che accade, anzi è sempre accaduto e continuerà ad accadere, che in due o più comuni della sesta provincia Bat si svolgano “contemporaneamente” eventi simili, assomiglianti o clonati.
Succede per tutta l’estate e per tutte le estati; in inverno e per tutti gli inverni.
Andria-Barletta. E’ questo il più classico dei Derby che, al contrario del fair-play calcistico, è sempre più agguerrito.
Da quando, poi, anche i concerti dei grandi artisti e cantanti italiani si svolgono a Barletta e non più ad Andria, (mistero mai risolto!) i confinanti della città della Disfida si esaltano e guardano la luna mentre c’è chi continua a guardare il dito.
Questa settimana la nuova sfida.
Questa volta sono la moda, la bellezza, lo spettacolo e le sfilate a battere il “gong”.
Un evento ad Andria ed uno a Barletta, quasi in contemporanea.
Di sicuro in contemporanea si sono svolte le conferenze stampa, con diverso grado di “visibilità” a seconda dei “meccanismi” messi in campo, ma questo non desta meraviglia.
Senza entrare nel merito delle manifestazioni; quella di Barletta molto nota e apprezzata grazie alle capacità dell’organizzatrice, tanto da essere definita sulla stampa “la passerella più ambita del Sud Italia” o “La Milano Moda del Sud Italia” e quella di Andria, supportata nel 2009 già da cospicui ed importanti contributi pubblici comunali, rimane “il segno” di quanto le nostre Comunità siano divise ed antagoniste.
Come Associazione abbiamo aderito al Coordinamento delle Associazioni andriesi Pro Sesta Provincia con sede ad Andria e di fronte a quanti ci dicono di “non pensare più alle sedi” diciamo: “perché non dobbiamo difendere le prerogative di Andria se poi proprio le Pubbliche Amministrazioni danno il cattivo esempio, lottando e facendosi “concorrenza” tra di loro?.
Comincino costoro a dare il buon esempio e a smetterla di patrocinare, sovvenzionare e sostenere eventi concomitanti che sono il vero esempio di quanto ognuno lavori nel proprio orticello.
Alla fine dimostreremo che le persone più serie sono tra la gente comune; tra i cittadini che sopportano ogni giorno disagi e soprusi, che lavorano e, francamente, non hanno né più il tempo né la voglia di stare ad ascoltare.

Link utili

Articoli recenti

Blog Archive