Giovanna Bruno: attenzione ai piccoli grandi problemi dei cittadini

Il candidato Sindaco incontra i cittadini del quartiere Ciappetta-Camaggio
Redazione 19 Marzo 2010 notizie
Giovanna Bruno: attenzione ai piccoli grandi problemi dei cittadini


Ieri sera, nel quartiere Ciappetta-Camaggio il candidato sindaco Giovanna Bruno ha incontrato i cittadini andriesi riunitisi attorno alla figura del candidato consigliere del Movimento Andria3, Michele Di Bari.
Ai problemi della zona, che vertono principalmente sulla necessità di completare le opere di copertura parziale del canalone e sulla sicurezza della cittadinanza si sono aggiunte le lamentele degli operai agricoli, di cui il sig. Di Bari ne costituisce la rappresentanza all'interno del movimento andria3.
Sulla questione del canalone, un'opera risalente agli anni '50 per convogliare le acque piovane superficiali provenienti dalla murgia, è ancora vivo il ricordo dell'alluvione del 12 giugno 1968 e del crollo della volta di uno dei tratti coperti avvenuto qualche anno fa.
"La copertura totale" – afferma la Bruno – "è per legge impossibile. Per la copertura dell'ultima maglia prevista (la terza) sono necessarie ingenti risorse: si parla di 1 milione e mezzo di euro. Sappiamo quali sono le condizioni del bilancio comunale e la nostra volontà è quella di riuscire ad intercettare i finanziamenti nazionali ed europei per riuscire a terminare finalmente questa opera pubblica".
Altro proposta fondamentale da mettere in pratica è il controllo sugli scarichi effettuati nell'area urbana ed extraurbana del ciappetta-camaggio. "Se non vengono sanzionati i comportamenti illeciti l'amministrazione è costretta a sperperare decine di migliaia di euro per ogni bonifica, e negli ultimi 2 anni ne sono state effettuate ben quattro!”
Altro problema, la sicurezza, è da risolvere attraverso il presidio fisso e mobile della polizia municipale, oltre che con un maggiore senso di responsabilità da parte dei cittadini.
Per concludere, è stato sollevato il problema legato al mondo dei braccianti agricoli andriesi, spesso costretti a lavorare senza il riconoscimento dei compensi previsti dal loro contratto collettivo di lavoro. Inoltre subiscono la concorrenza dei cittadini stranieri, i quali vengono a loro volta sfruttati per più ore per dei compensi minori.
Nel complesso, i cittadini presenti hanno manifestato attenzione verso le parole di Giovanna Bruno, parole cariche di voglia di una politica diversa, fatta di servizio e non di inutili illusioni.

Link utili

Blog Archive