Quartiere San Valentino di Andria diffamato e denigrato

Intervento del Comitato di quartiere sulle dichiarazioni del Procuratore Capristo
Redazione 28 Dicembre 2010 notizie 1718
Quartiere San Valentino di Andria diffamato e denigrato


Volutamente abbiamo atteso dieci giorni dalla data di pubblicazione dell’esito della conferenza stampa tenuta dal Procuratore della Repubblica di Trani, dott. Carlo Maria Capristo, il quale, all’indomani dell’operazione antidroga che portò ad alcuni arresti ad Andria, parlò del nostro Quartiere S. Valentino paragonandolo al Rione Scampia di Napoli e ad Enziteto di Bari. Abbiamo volutamente atteso che dalle Istituzioni locali giungesse un piccolo segnale di indignazione di fronte a dichiarazioni generaliste ma nessun segnale, nessuna reazione; solo silenzi. Al Procuratore della Repubblica di Trani e a molti cittadini ed esponenti politici locali vogliamo ricordare che nel nostro Quartiere ci sono eccellenze che in nessun altro quartiere cittadino si riscontrano: la Scuola Media “G. Salvemini” invidiata ed operativa come nessun altra; la Scuola Elementare “3° Circolo Imbriani” con uno Staff di insegnanti di prim’ordine molti dei quali provenienti da altri comuni; entrambi Poli di eccellenza e centri di formazione di altissimo livello, anche per adulti. La Parrocchia “San Riccardo”, punto di riferimento per l’intero Quartiere con le sue innumerevoli attività per i giovani e Famiglie. Una Cooperativa Edilizia, la “S. Montaruli” che ha avuto il coraggio di attuare sfide cui altri soggetti sono sfuggiti, edificando immobili all’avanguardia e portando nel nostro Quartiere altre decine di famiglie che abbiamo accolto con immenso piacere, molte delle quali provenienti dal centro cittadino. Questo ed altro è il nostro Quartiere e non “quartiere militarizzato dalla malavita”, come riportato dagli Organi di Stampa. Caro Procuratore Capristo, quello che ancora manca nel nostro Quartiere ed è ciò di cui veramente bisogna provare vergogna, è la presenza delle Istituzioni e dei minimi servizi per rendere la vita delle Persone meno faticosa e difficile. L’assenza di un posto di Polizia Municipale, l’assenza di un Presidio medico di emergenza; l’assenza di uno sportello bancario e postale; la carenza dei minimi servizi pubblici, dell’illuminazione stradale, dei marciapiedi e di centri ludico-sportivi unitamente alla mancata attivazione della Zona Franca Urbana che sta procurando danni enormi a quanti hanno investito o avrebbero voluto farlo in nuove attività commerciali, sono le vere manchevolezze di classi politiche e dirigenti incapaci ma sempre pronte e ben disposte a sfruttare gli elettori del nostro Quartiere nelle campagne elettorali. Se responsabilità devono ricercarsi, quindi, facciamolo insieme, Procuratore Capristo. Potremmo organizzare una conferenza stampa congiunta e alle Sue dichiarazioni sul nostro Quartiere potremmo affiancare alcune nostre riflessioni su una triste storia che va avanti da oltre trent’anni. Noi siamo qui, sempre disponibili e pronti a difendere la nostra dignità, ringraziando anche il Procuratore Capristo per il suo infinito impegno quotidiano a garanzia della Legalità, anche nel nostro amato Quartiere.
...e gli altri?

Link utili

Articoli recenti

Blog Archive