Forum Città di Giovani: l’amministrazione fa ancora flop!

Intervento del Movimento Politico Culturale Andria3
Redazione 04 Gennaio 2012 notizie 953
Forum Città di Giovani: l’amministrazione fa ancora flop!


Ancora una volta questa amministrazione ha perso l’occasione per comportarsi in maniera adeguata alle circostanze; ancora una volta ha disatteso le indicazioni del Consiglio Comunale e, peggio ancora, ha disatteso le speranze che tanti giovani avevano di veder finalmente ri-avviato il percorso continuativo del Forum Città di Giovani.
Peccato.
Peccato perché bastava poco comportarsi correttamente, facendo in modo che non si sollevasse tutto il polverone di polemiche che sta accompagnando questa vicenda.
Peccato perché l’assessore al ramo, così come tanti altri esponenti di questa Amministrazione, non hanno ancora compreso che con i cittadini bisogna dialogare apertamente, senza fare i prestigiatori. Peccato perché alle nuove generazioni si dà un pessimo esempio di gestione della cosa pubblica, a partire dalla gestione di queste esperienze che invece dovrebbero essere base di sperimentazione all’impegno socio-politico.
Eppure i gruppi di opposizione, che già da tempo avevano sollecitato il Sindaco affinchè si riprendesse il percorso del Forum, hanno dato tutto il loro supporto, senza polemiche sterili, anche in occasione del Consiglio Comunale in cui si è proprio discusso e deliberato di nominare (ad opera del Sindaco) un commissario ad acta che provvedesse a compiere tutti quegli atti utili alla composizione dell’assemblea elettiva, come previsto dallo Statuto del Forum.
Proprio in Consiglio Comunale, tra l’altro, il Gruppo Consiliare Andria3 aveva sottolineato chiaramente che la politica doveva restare fuori dal Forum; che i giovani dovevano solo essere accompagnati nella fase di ri-avvio e poi dovevano essere lasciati liberi di compiere il loro percorso di crescita.
Ovviamente, com’è sotto gli occhi di tutti, è avvenuto e sta avvenendo tutt’altro. Speriamo che ci si ravveda, anche se i danni fatti sembrano quasi irreparabili in termini di delusioni.
L’occasione, infine, ci è propizia per disconoscere quanto contenuto in un articolo giornalistico del 2 gennaio, apparso su Gazzetta del Mezzogiorno: alcun nominativo dei candidati alle cariche elettive è assolutamente riconducibile ad ANDRIA3. Nel senso che Andria3 non ha indicato alcun suo giovane di riferimento affinchè si candidasse come rappresentante, proprio perché ha voluto restare fuori da giochi di alcun tipo. Perché di giochi si sta trattando, visto ciò che si è verificato.
L’augurio è che tutta questa situazione, depurata da vizi formali e sostanziali, possa non perdere la validità dei suoi contenuti.

Link utili

Articoli recenti

Blog Archive