Iniziano i lavori sulla Strada Provinciale n.1 "Trani-Andria"

L'opera sarà ultimata entro il 31 dicembre del 2015
Redazione 28 Gennaio 2014 notizie
Iniziano i lavori sulla Strada Provinciale n.1


Finalmente.
E’ stata questa la parola ricorrente che ha accompagnato la conferenza stampa di inizio lavori sulla Strada Provinciale n. 1 “Trani-Andria”.
Una parola dal forte significato, dietro la quale non si poteva nascondere tanta soddisfazione, per un traguardo atteso da decenni, mista a commozione, nel ricordo delle vittime che nel corso degli anni hanno perso la vita proprio su questa arteria.
Il Presidente della Provincia di Barletta - Andria - Trani, Francesco Ventola, l’Assessore provinciale ai Lavori Pubblici ed Infrastrutture, Giuseppe Di Marzio, i Sindaci di Trani ed Andria, Luigi Riserbato e Nicola Giorgino, gli Assessori ed i Consiglieri provinciali e comunali e l’Ingegnere Michele Matarrese, in rappresentanza della Ditta “Salvatore Matarrese” (aggiudicataria dell’appalto), hanno partecipato questa mattina all’inizio dei lavori.
«Quando sono diventato Presidente di questa Provincia mi sono posto un obiettivo: lottare con tutte le mie forze perché i lavori sulla Trani-Andria, dopo interi decenni di parole ed attesa, ma soprattutto di tanti tragici incidenti, potessero finalmente avere inizio - ha affermato il Presidente della Provincia Francesco Ventola -. Voglio ringraziare di cuore, uno ad uno, tutti gli Assessori ed i Consiglieri provinciali, in particolar modo quelli di Trani ed Andria, che ci hanno fatto da pungolo ed hanno collaborato per il raggiungimento di questo traguardo; assieme a loro, ringrazio la nostra struttura tecnica, i Dirigenti ed i dipendenti, la ditta. Ma voglio soprattutto dedicare questo momento a tutte le vittime che hanno tragicamente perso la vita su questa strada ed ai loro familiari».
E’ stato un percorso lungo e farraginoso quello che ha portato all’inizio dei lavori, come ha ricordato lo stesso Presidente Ventola.
«Non si può avere nemmeno idea di quanto lavoro ci sia dietro il bel momento di oggi - ha proseguito il Presidente della Provincia di Barletta - Andria - Trani Francesco Ventola -. Anni travagliati di attesa, burocrazia, migliaia di carte, autorizzazioni e ricorsi. E’ stato un percorso lungo e farraginoso. Ricordo ancora quando nel 2009 la Regione ci proponeva di definanziare l’opera e di rifinanziarla a suo carico. O quando sempre la Regione preventivò un costo complessivo per gli espropri attorno ad un milione e mezzo di euro ma ci accorgemmo che ne sarebbero serviti 9, tutti a carico della Provincia. Abbiamo insomma proseguito con grande testardaggine ma ce l’abbiamo fatta. Il 23 dicembre, poche ore dopo che la Camera approvasse il Ddl Del Rio sul riordino delle Province, abbiamo consegnato i lavori alla ditta sotto riserva di legge, senza firmare il contratto. Ci siamo assunti responsabilità ma non si poteva perdere altro tempo».
Si comincia dunque con le operazioni di espianto degli ulivi - 1569 per la precisione (saranno ripiantati presso l’Azienda agricola provinciale “Papparicotta” di Andria) - che dureranno circa tre settimane. A seguire la bonifica bellica dei terreni prima della realizzazione dell’opera (allargamento, ammodernamento e messa in sicurezza della strada), che avrà inizio attorno ai primi giorni del mese di marzo.
I lavori dureranno complessivamente 800 giorni, ma si cercherà di ultimare l’opera entro il 31 dicembre del 2015, collaudi compresi, per aprire al traffico il 1° gennaio 2016.
La nuova strada, allargata e messa in sicurezza, conterà quattro corsie con complanari.
Importo complessivo dei lavori ammonta a 23 milioni di euro.
Il Presidente Ventola ha poi rivolto un appello alla comunità locale: «L’inizio dei lavori creerà qualche inevitabile disagio: bisogna avere pazienza, ma finalmente sarà una pazienza non più legata ad uno dei tanti incidenti che spesso si verificano sulla Trani-Andria».
Conclusione affidata all’Assessore provinciale ai Lavori Pubblici ed alle Infrastrutture, Giuseppe Di Marzio: «E’ inutile negarlo: se non fosse nata la Provincia di Barletta - Andria - Trani quest’opera non si sarebbe mai realizzata».

Link utili

Articoli recenti

Blog Archive