Agrinatura Andria - MSC Crociere Meta 1-3

Sconfitta immeritata per l'Agrinatura Andria che non supera il Meta
Redazione 26 Marzo 2009 altrisport 1466
Agrinatura Andria - MSC Crociere Meta 1-3


Per raccontare Manzoni Sport Andria - MSC Meta di Sorrento, bisogna partire dal finale, dalle lacrime di molti giocatori andriesi, dalla disperazione per l'ennesimo infortunio, dalle parole di consolazione dei ragazzi ospiti, dall'assenza di punti conquistati dopo una prova di forza e gagliarda nonostante le defezioni ed una panchina cortissima. Bisogna proseguire con la forte presa di posizione da parte dell’associazione andriese nel condannare il comportamento troppo esagitato di qualche pseudo spettatore presente all'incontro, non in grado di incarnare lo spirito che da sempre contraddistingue l'operato conciliante, educativo e di rispetto per gli altri della Manzoni Sport; solo l'intervento provvidenziale dei dirigenti e dei ragazzi dei New Blue Brothers ha riportato alla calma ed alla serenità. Le proteste finali sono tutte per l'operato dei due direttori di gara che non sono sembrati sempre precisi ed attenti nei loro interventi a cominciare dal duro infortunio occorso a Davide Carbonara sul 15-15 al primo set: infatti, il centrale andriese, nel tentativo di recuperare una palla vagante si scontra con violenza con Daniele Illuzzi restando a terra immobile per attimi di paura e preoccupazione non valutato adeguatamente nella sua possibile gravità dai direttori di gara; infatti, l’azione è portata a conclusione sino al punto del Sorrento con la Manzoni Sport completamente ferma a soccorrere l'atleta poi trasportato in ambulanza presso il locale nosocomio. Gli accertamenti successivi non hanno evidenziato conseguenze più gravi per Davide Carbonara a cui è stata riconosciuta una prognosi di dieci giorni nonostante la violenza dello scontro. La giornata negativa, però, prosegue anche dopo con nervosismo alle stelle da parte di casa e massima rilassatezza da parte sorrentina. Dopo la gara con lo Sparanise, infatti, il tecnico Carbonara aveva perso Giuseppe Dellorusso per infortunio oltre ai già assenti Fabio Abbattista, Nicolò Minervini e Nicola Suriano. Con grande coraggio, invece, in campo sono scesi Fabio Spescha (colpito da un grave lutto), Antonio Pepe e Luca Lanzone, entrambi rientrati solo venerdì in campo dopo le terapie di rito per smaltire i problemi fisici. In questa situazione il tecnico andriese schiera in campo la diagonale Spescha-Illuzzi opposto-palleggio, Milano-De Vincenzo di banda, Carbonara-Porro di centro e Pepe il libero. L'infortunio di Davide Carbonara, poi, cambia l'inerzia dell'incontro con l'inserimento di un affaticato Luca Lanzone al rientro dopo tre settimane di stop. Come detto, dopo il prolungato stop per l'intervento dei sanitari, il primo set pende a favore del Sorrento che usufruisce anche di un'ammonizione al tecnico Mimmo Carbonara per prendere il largo sul 20-15 e chiudere i conti sul 25-18. Nel secondo parziale, invece, l'Agrinatura Andria tira fuori gli artigli e concede pochissimo al Meta giocando un buon incontro per ritmo ed intensità sino al 27-25 finale che sa di liberazione. Ed, infatti, il terzo set si apre benissimo per i padroni di casa in grado di fuggire sino a quando qualche imprecisione di troppo ed un'ennesima ammonizione nel campo andriese fanno pendere il set nelle mani della formazione ospite. Il quarto set è tutto cuore: la Manzoni Sport cerca di contrastare la freschezza atletica del Sorrento con un gioco lineare ma Mimmo Carbonara prova anche la carta Ugo Magarelli per dare più consistenza al pacchetto arretrato andriese un po' in affanno. L'esperimento riesce e l'aggancio al Meta è spezzato solo sul 25-23 dopo due delle tante decisioni contestabili alla coppia arbitrale.
In classifica la situazione è nuovamente da zona rossa: il Martina, infatti, vince ad Ariano Irpino contro il fanalino di coda già retrocesso e supera di una lunghezza la formazione andriese. Noicattaro, Sparanise e Manfredonia, invece, perdono i loro rispettivi incontri e restano immutate le distanze. Nel prossimo turno, impegno proibitivo per l'Agrinatura Andria sul campo della terza forza del torneo il Lucera del tecnico Carmine Fontana.

Pasquale S. Massaro

Link utili

Articoli recenti

Blog Archive