Atletico Andria - Omnia Bitonto 1-1

L'Atletico Andria accede alla finale play-off di 3^Categoria
Redazione 12 Maggio 2009 altrisport 1608
Atletico Andria - Omnia Bitonto 1-1


Dopo l’1 a 1 dell’andata, termina con lo stesso risultato anche la gara di ritorno, e grazie alla migliore posizione in classifica l’Atletico Andria passa il turno è accede alla finale play-off di terza categoria.Gara equilibrata caratterizzata da molti falli e dai tanti errori di giudizio dell’arbitro; inizio di gara con il piede sull’acceleratore per gli ospiti che al 2’ minuto di gioco si rendono già pericolosi, contropiede con il velocissimo Gentile che riesce ad entrare in aria e fa partire un diagonale che termina di poco a lato;al 5’ ancora un contropiede bitontino questa volta con Iovene che cade a terra protestando ferocemente contro l’arbitro che assegna soltanto un calcio di punizione in aria.Sale in cattedra l’Atletico che pur priva del suo perno più importante Molfetta, tiene bene il campo e al primo affondo trova la via del gol; al 9’minuto di gioco, riceve palla Pasculli e lancia in profondità dove è bravo Tesse ad anticipare tutti e a trafiggere la porta avversaria.Al 22’ tiro dalla distanza di Loconte alto sulla traversa; le due compagini si equivalgono a centrocampo commettendo anche qualche fallo di troppo, al 44’ mischia in aria andriese e l’arbitro assegna un rigora all’Omnia tra l’incredulità andriese e ospite. Dio vede e provvede, e super Cristiani nega la via del gol a capitan Iovene che si vede respingere un rigore calciato a colpo sicuro; al 48’ gialloblu vicini al raddoppio, cross di Tesse per Loconte che calcia da posizione angolata ma e attento il portiere ospite.Passano 9 minuti dall’inizio della ripresa e l’arbitro assegna un altro rigore all’Omnia, questa volta regolare, netto il fallo di Paradiso L. su Gentile, questa volta dal dischetto và Clemente, stesso angolo, anche questa volta Cristiani intuisce ma non può arrivare, il tiro è potente e angolato. È il gol dell’1 a 1.La reazione degli uomini di mister Di Teo è composta da solo due punizioni insidiose di capitan Berardino, la prima al 20’ sfiora il palo, la seconda al 32’ è alta di un soffio. Brividi nel finale per i gialloblu, esterno destro potentissimo di Fallacara che per sua sfortuna trova sulla sua strada l’attento Cristiani che devia in angolo. Al triplice fischio finale, dopo quasi 6 minuti di recupero, esplode la gioia in campo e sugli spalti di tutti gli sportivi andriesi.Meritata finale conquistata per l’Atletico del presidente Tattolo, che ora deve vedersela con il Valentino Mazzola Molfetta, i gialloblu di mister Di Teo grazie alla migliore posizione in classifica hanno la possibilità di giocarsi il ritorno in casa, ricordando che i gialloblu al Sant’Angelo dei ricchi non hanno mai perso. Ancora 180 minuti e il sogno può chiamarsi realtà.

ATLETICO ANDRIA
Cristiani, Alicino, Paradiso L., Campana,Troia, Larosa(Paradiso D.), Attimonelli(Coratella), Loconte(Cagnetti), Pasculli(Civita), Berardino, Tessse. A disposizione: Scaringella, Monterisi, Del Zio. Allenatore: Di Teo.
OMNIA BITONTO
Bacco, Patierno, Capitanelli, Lillo, De Ruvo, Del Vino(Deleo), Agostinacchio, Pizzulli(Clemente), Pappagallo, Iovene(Fallacara), Gentile. A disposizione: Nacci, Germano, Ruggiero, Orlino. Allenatore: Morrone.

RETI: 9’pt Tesse, 11’st Clemente RIG.
AMMONITI: Alicino, Paradiso L., Campana, Troia, Larosa, Attimonelli, Patierno, Pappagallo, Gentile, Clemente.
NOTE: Al 44’ del primo tempo, Cristiani para un rigore a Iovene. Presenti sugli spalti un centinaio di spettatori.

Link utili

Articoli recenti

Blog Archive