Questione ripescaggi in 1^ Divisione: l'Andria come è messa?

In 1^ Divisione, Alessandria, Andria, Legnano e Potenza dovrebbero prendere il posto delle escluse Avellino, Pisa, Treviso e Venezia
Vincenzo Fasanella 20 Luglio 2009 calcio 1343
Questione ripescaggi in 1^ Divisione: l'Andria come è messa?


Come se non bastasse il caldo estivo, ad infuocare ulteriormente le giornate di luglio, come di consueto da qualche tempo a questa parte, ci si mette pure la questione ripescaggi.

Nella terza serie nazionale, per la stagione 2009-2010, non si sono iscritte ben quattro società di calcio (Avellino, Pisa, Venezia, Treviso), a causa di problemi economici. La necessità di trovare le sostitute delle società estromesse ha scatenato il toto-ripescaggi. Per ripianare l'organico delle società di 1^ Divisione, occorrerà, quindi, “pescare” tra le società retrocesse dalla 1^ Divisione stessa e dalle migliori piazzate in 2^ Divisione, in entrambe i casi, ovviamente, della stagione appena conclusa. Per fare ciò, nei prossimi giorni, la Lega stilerà una graduatoria di merito unica, che determinerà le squadre aventi diritto ad essere iscritte alla ex C1, per la stagione 2009-2010, passando per la porta di servizio.

In questi ultimi giorni, in rete, girano un mucchio di graduatorie, verosimilmente, però, si basano più sulla personale fede calcistica di chi le compila, che sul regolamento ufficiale diramato dalla Lega Calcio. Infatti si trovano graduatorie che danno per certo il ripescaggio della Pro Sesto, come della Juve Stabia o del Gela, tutte indicazioni errate.
La normativa è chiara. Il punteggio da attribuire alle singole società, per la stesura della graduatoria, terrà conto:
1) Classifica finale dell’ultimo Campionato (valore 50%);
2) Tradizione sportiva della città (valore 25%);
3) Numero medio degli spettatori allo stadio dalla stagione 2003/2004 alla stagione 2007-2008 (valore 25%).

Inoltre, dato non meno importante, non saranno ripescabili:
1) le società ripescate una sola volta nelle ultime cinque stagioni sportive in qualsiasi Campionato ove lo stesso comporti la partecipazione al Campionato della medesima categoria, in cui sono state ripescate nelle ultime cinque stagioni.;
2) le società che abbiano usufruito di due ripescaggi nelle ultime cinque stagioni sportive;
3) le società che hanno subito sanzione per illecito sportivo scontate nelle stagioni 2007/2008 e 2008/2009;
4) le società che hanno aderito al Lodo Petrucci nelle ultime tre stagioni sportive.

Considerando tale normativa non possono essere ripescate in 1^ Divisione:
Gela e Catanzaro poiché hanno aderito al Lodo Petrucci nell'arco delle ultime tre stagioni;
Juve Stabia, Pro Sesto e Prato perché ripescate già una volta in 1^ Divisione nell'arco delle ultime cinque stagioni sportive.

La giovane società Andria Bat, invece, è a tutti gli effetti ripescabile. Inquanto ad usufruire del ripescaggio cinque stagioni fa (2004-2005) fu la Fidelis (altro soggetto giuridico). Al Lodo Petrucci si è aderiti quattro stagioni fa, mentre l'anno scorso è stata ripescata in 2^ Divisione. Categoria diversa da quella in cui si verrebbe ripescati quest'anno.

Detto e considerato questo, le prime quattro società, a tutti gli effetti ripescabili, che dovrebbero figurare in graduatoria, sarebbero:
Alessandria,
Andria,
Legnano,
Potenza.

Ma non è tutto, ai fini del ripescaggio, le società in regola con i requisiti, dovranno depositare una fidejussione bancaria di un milione di euro, cosa non semplice da raggiungere.

Ebbene si! Le possibilità che l'Andria faccia la prossima stagione in C1 sono concrete. La domanda di ripescaggio è stata presentata, la faccenda fidejussione, dovrebbe essere stata risolta, ora non ci resta che attendere fiduciosi le decisioni che il Consiglio Federale prenderà il 30 luglio.

Link utili

Articoli recenti

Blog Archive