Andria - Trapani 1-2

Un'Andria sfortunata cade contro la capolista Trapani
Redazione 05 Febbraio 2012 calcio


Al Degli Ulivi va in scena, in un freddo pomeriggio, il match tra Andria e la capolista Trapani. Gli azzurri, reduci da un buon pareggio in quel di Trieste, vogliono confermare quanto di buono fatto nelle ultime apparizioni. Mister Cosco sceglie, così, di confermare in blocco la formazione di Trieste inserendo solo il nuovo arrivato Marsili al posto di D'Alessandro che si accomoda in panchina. A difendere i pali c'è Menegon, difesa composta da Meccariello, Cossentino, Mucciante e Contessa, centrocampo con Comini, Marsili, Arini e Taormina, in avanti Russo agisce alle spalle dell'unica punta Gambino G. Il Trapani di mister Boscaglia, orfano di bomber Barraco squalificato, si affida al tridente Madonia - Gambino S. - Abate per creare problemi alla retroguardia andriese. Nonostante un predominio territoriale azzurro, la prima occasione da goal è degli ospiti ed arriva al minuto 8 quando Gambino S. calcia a rete da buona posizione, ma Menegon fa buona guardia. Il Trapani si rende nuovamente pericoloso, stavolta su calcio piazzato, al minuto 24 con Pirrone il quale calcia un bolide che Menegon devia con una prodezza. L'Andria risponde dopo soli due giri di lancetta con Comini che si rende pericoloso colpendo di testa una palla proveniente dalla sinistra che si spegne di pochissimo sul fondo. Il meritato vantaggio dei padroni di casa arriva al minuto 29 quando Gambino G., ben servito da Comini, colpisce di testa e insacca alle spalle di un incolpevole Castelli. Andria 1 Trapani 0. Il Trapani prova a reagire ma è l'Andria ad avere il pallino del gioco e così il primo tempo termina con gli uomini di Cosco meritatamente in vantaggio.

Alla ripresa delle ostilità ci sono due forze fresche in campo, una per parte. D'Alessandro, infatti, prende il posto di un acciaccato Marsili e Cavallaro sostituisce un Priola apparso in leggera difficoltà contro le incursioni di Taormina. Nonostante il parziale vantaggio è l'Andria a fare la partita nella ripresa andando in più occasioni vicina al raddoppio. Clamorosa è la palla goal capitata al minuto 19 sui piedi di Russo che, a tu per tu contro Castelli, si fa ipnotizzare dall'estremo difensore siculo. Sul capovolgimento di fronte è Abate a rendersi pericoloso calciando a rete una palla che sfiora il palo e va sul fondo. Al minuto 22 arriva il pareggio del Trapani con Abate che gira a rete un cross basso proventiente dalla fascia sinistra. Andria 1 Trapani 1. Gli uomini di Cosco non mollano, ricominciano a macinare gioco e vanno vicini al goal con Comini al minuto 26 quando l'esterno andriese calcia a rete da buona posizione, ma è ancora un ottimo Castelli a dirgli di no. L'Andria è costretta a giocare gli ultimi minuti in inferiorità numerica in quanto il fischietto Pairetto di Nichelino, al minuto 44, ravvede un fallo di Gambino G., già ammonito nel primo tempo, ai danni di un calciatore ospite. Sulla susseguente punizione arriva la doccia fredda per l'Andria con Filippi che è il più lesto a colpire di testa il pallone precedentemente spizzato da Madonia. Andria 1 Trapani 2. Nei minuti di recupero gli azzurri si gettano in avanti per cercare la via del pareggio ma, dopo soli 3 minuti di recupero, l'arbitro sancisce la fine di una gara sfortunata per l'Andria che, per quanto fatto vedere in campo, meritava sicuramente qualcosa in più.

Ufficio Stampa A.S.Andria

Guarda le immagini -->>

Link utili

Articoli recenti

Blog Archive