Niente recinzione per la Villa Comunale di Andria, cadute nel nulla oltre 5.000 firme di cittadini andriesi e non

Intervento Ass."IoCiSono" sulla mancata recinzione della Villa Comunale di Andria
Redazione 15 Dicembre 2010 notizie
Niente recinzione per la Villa Comunale di Andria, cadute nel nulla oltre 5.000 firme di cittadini andriesi e non


Come Associazione ci siamo messi a disposizione della Cittadinanza andriese, recependone la volontà nella più grande Petizione Popolare della Città e non ci siamo risparmiati nel collaborare alla raccolta di oltre cinquemila firme di Cittadini onesti che hanno chiesto la recinzione di tutta la villa comunale.

A quanti hanno tentato di gettare fango su questa iniziativa, trasferiamo interamente l’indignazione di molti degli oltre 5.000 Cittadini che già ci hanno manifestato il loro sconforto nei confronti di una politica che non sa ascoltare e che demolisce il diritto primario del Cittadino: la libera e democratica partecipazione.

Per quanto ci riguarda, poiché culturalmente contrari a recinzioni, di qualsivoglia tipo e natura, avremmo accolto ben volentieri quella che la Pubblica Amministrazione Comunale ha definito “Sfida di Civiltà”, se veramente di ciò si fosse trattato.

La verità è che al nostro abbiamo visto contrapposto, da parte dell’Amministrazione Comunale, solo un metodo differente, a nostro avviso più inquietante: LA MILITARIZZAZIONE DELLA VILLA.

E’ stato detto e scritto: 20 telecamere, Polizia territoriale, Polizia Municipale e Guardiavilla. Sarebbe questa la “Sfida di Civiltà?”

La nostra raccolta firme è una Campagna d’Ascolto. IRREGOLARE? PROPRIO COME QUELLA DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE.

Evidentemente la volontà che si esprime non è quella dei Cittadini, siano essi favorevoli o contrari, bensì quella dell’Amministrazione. Di ciò prendiamo atto.
Speriamo che ciò non rientri nel diffuso modus operandi che tende ad allontanare LE PERSONE dalla vita politica poiché tale metodo si traduce nella crisi morale, etica ed economica alla quale ancora in molti, come noi, non vogliono abituarsi.

Ciò detto, accogliamo questa “Sfida”. Proprio per questo restiamo attenti osservatori per tutto quanto atterrà le modalità attuative di questo “Progetto così tanto Liberale”.

Concludiamo auspicando che tali modalità rispecchino e rispettino l’onestà e la trasparenza manifestata dai Cittadini attraverso l’espressione di una Volontà completamente ignorata, vanificata e scavalcata da incomprese logiche.

Link utili

Articoli recenti

Blog Archive