Noicattaro - Agrinatura Andria 3-0

Ultima gara senza punti per l'Agrinatura Andria
Redazione 08 Maggio 2008 altrisport


Stimoli diversi ed una gara sottotono. E' questo il riassunto dell'ultima sfida dell'anno per l'Agrinatura Andria impegnata sul campo della vice-capolista Noicattaro già distanziata di ben 15 lunghezze in classifica proprio dai vincitori della serie C stagione 2007-2008. Davide Carbonara sconta un turno di squalifica, Fabio Abbattista, invece, deve accomodarsi in tribuna per un fastidioso infortunio rimediato nell'allenamento del venerdì. Rosa ristrettissima per Mimmo Carbonara che rinuncia anche a Milano e Nuzzi non ancora al top ed affida a Tommaso Lotito e Gianluca Porro il compito di sostituire gli assenti. Il Noicattaro, dal canto suo, ha necessità di almeno un punto per esser tranquillo della seconda piazza e ci mette un pò più di determinazione per ben figurare dopo il 3 a 0 subito sul terreno di gioco della Manzoni Sport. E la partenza è tutta di marca nojana. Primo e secondo set vivono sul filo dell'equilibrio solo per metà fino ai due break vincenti che fanno scappare i padroni di casa sino al 25 a 18. Nel terzo parziale, invece, entra in campo un'Agrinatura Andria più convinta e pur in un'altalena di sorpassi e contro sorpassi la sfida vive in equilibrio sino al 25 a 23 per l'Atletico.
Nessun problema per gli andriesi che chiudono il torneo con 12 punti di vantaggio proprio sul Noicattaro e con 17 lunghezze sul gruppone di squadre che terminano ai play-off. Il grande equilibrio stagionale, infatti, consente a quattro formazioni di giungere a quota 48 in graduatoria alle spalle di Andria e Noicattaro e nella bagarre ne esce la Fides Triggiano che per differenza vittorie e poi per differenza set nella classifica avulsa, risulta essere al sesto posto, dunque fuori dai play-off promozione. Spareggi per la B che vedono invece la sorpresa Palo del Colle e la neo-promossa Trivianum a lungo in lotta anche per la prima piazza. In coda, non riesce l'impresa al Giovinazzo di salvarsi direttamente senza passare per la lotteria dei play-out. La squadra di Carelli fa il suo dovere battendo in casa il Castellana ma il Rutigliano di Tarulli supera a domicilio l'Altamura e sul filo di lana per un solo punticino sale fuori dalla zona rossa. Spareggi per la permanenza a cui dovrà sottoporsi il Cassano retrocesso lo scorso anno dalla B2 e sorprendentemente finito nella morsa della lotta per non retrocedere.
Un campionato spettacolare, insomma, ricco e vivo sino all'ultima giornata che va in archivio con le consuete sorprese ma con una certezza sempre ben scritta: l'Agrinatura Manzoni Sport Andria è la regina del torneo con una storica promozione in B2 e sabato prossimo 10 maggio con inizio alle ore 19,00 nel Palazzetto dello Sport di Martina Franca affronta la Mastek Audio Castrano per la Coppa Oro, terzo trofeo stagionale dopo campionato e coppa Puglia.

Pasquale Stefano Massaro

Link utili

Articoli recenti

Blog Archive